Ciao Benedetto


Il 6 gennaio ci ha lasciato Benedetto Vecchi, fine intellettuale, si occupava della pagina culturale de Il Manifesto. Un punto di riferimento per le recensioni di libri che ci rendevano ancora più curiosi. Autore di interessanti pubblicazioni ed innovative riflessioni dava alle stampe, nel 2015, La rete. Dall’utopia al mercato e successivamente nel 2017  Il capitalismo delle piattaforme.  Socio della prima ora del BIN Italia, ha collaborato con le sue idee ed i suoi scritti alla pubblicazione dei Quaderni per il Reddito, partecipando a numerose iniziative pubbliche, dibattiti, incontri e approfondimenti coniugando il tema del reddito di base con le trasformazioni produttive e l’innovazione tecnologica.  Lo abbiamo conosciuto soprattutto come una persona sempre disponibile, attenta, capace di ascoltare e quindi mai scontato nelle sue relazioni ed i suoi interventi. Caro Benedetto sentiremo la tua mancanza.

Di seguito due articoli scritti da Benedetto Vecchi per i “Quaderni per il Reddito”.

Il reddito di base oltre l’algoritmo digitale (tratto da  Quaderni per il Reddito n°7  – Marzo 2017)

Il reddito di base tra tecnocapitalismo e frammentazione sociale (tratto da Quaderni per il Reddito n°9 – Marzo 2019)

Lascia un commento