USA, reddito di base: aumenta il consenso popolare


La crisi del coronavirus ha messo a nudo le disuguaglianze sanitarie, sociali ed economiche che erano in crescita negli Stati Uniti da decenni. La pandemia sta uccidendo migliaia di afro-americani con una percentuale doppia rispetto a quella dei bianchi americani, le donne nere stanno subendo maggiori perdite di posti di lavoro e i problemi di alimentazione nelle comunità della classe operaia continuano a crescere. Insieme alle proteste contro l’ingiustizia razziale, questo momento di sconvolgimento sta portando a invocare negli Stati Uniti riforme strutturali dei sistemi sociali ed economici nel paese.

Come dovranno essere queste riforme? Ecco una ricerca ricerca che mostra un ampio e crescente supporto per le espansioni della rete di sicurezza sociale negli Stati Uniti. Nelle indagini nazionali condotte su migliaia di americani dell’intero spettro politico, ora ci sono livelli di supporto per questi programmi che sarebbero stati impensabili solo quattro mesi fa. È per esempio il caso del reddito di base universale. In due studi online, vediamo che i tassi di sostegno al  reddito di base universale hanno raggiunto il 69-75%, rispetto a un massimo del 55% pre-COVID-19.

Perché la pandemia di COVID-19 sta aumentando il sostegno alle politiche sociali universali? I dati suggeriscono che un fattore è la «normalizzazione» delle difficoltà finanziarie. Sempre più americani stanno vivendo il bisogno in prima persona. Man mano che le difficoltà finanziarie diventano più comuni e diffuse, l’empatia per il reddito di base universale aumenta. Un secondo fattore è che le crisi creano un senso psicologico di insicurezza, che spesso costringe le persone a riunirsi. Nel nostro secondo studio, il 75% delle persone ha riferito di essere almeno «un po’» spaventato, e oltre il 60% ha dichiarato di sperimentare «un’estrema quantità» di incertezza.  Questi sentimenti di unità, a loro volta, «preparano» il sostegno a politiche sociali universali. Quando le persone sentono un forte senso di connessione e condividono esperienze con altri americani, esprimono maggiore sostegno a politiche universali come il reddito di base. Di conseguenza, negli studi emerge con chiarezza come le persone pensino che il reddito di base creerebbe comunità migliori per tutti gli americani.

Le numerose crisi di questi ultimi mesi hanno gettato le basi per cambiamenti sociali e riforme politiche importanti. Gli americani devono decidere: questa calamità continuerà a rafforzare le disuguaglianze e a polarizzare ulteriormente gli americani attraverso linee di partito, razza e classe? O gli americani sceglieranno di lavorare verso obiettivi comuni, garantendo prosperità a tutti?

Fonte: Basic Income: Today

Lascia un commento