USA: il movimento Black Lives Matter sostiene il reddito di base


Il Movimento Black Lives Matter e la rete delle organizzazioni che compongono il movimento americano contro il razzismo e gli omicidi da parte della polizia, ha pubblicato la sua prima piattaforma ufficiale. Il programma del movimento BLM prevede l’introduzione di un reddito di base universale per tutti gli americani, con un importo aggiuntivo distribuito agli afro-americano a titolo di risarcimento.

Il Movimento (MBL), raccoglie oltre 50 gruppi ed ha pubblicato la sua piattaforma ufficiale il 1 agosto.

La piattaforma è costruita intorno a sei richieste fondamentali: la fine delle violenze e della “guerra contro i neri”; risarcimenti per i danni subiti nel passato e nel presente; investimenti in istruzione, sanità e sicurezza e fine degli investimenti a coloro che sfruttano le persone; giustizia economica per tutti; controllo da parte delle comunità delle leggi e delle istituzioni; potere politico indipendente.

La piattaforma è esplicitamente radicale e visionaria, perchè i promotori aspirano ad una “completa trasformazione dell’attuale sistema” sociale, politico ed economico. Gli autori della piattaforma hanno però voluto anche indicare degli obiettivi intermedi.

Il Movimento Black Lives Matter tra le richieste e gli obiettivi include anche l’introduzione di un reddito di base universale. Il documento chiarisce che MBL approva un reddito di base per tutti gli americani (di ogni colore), con un importo aggiuntivo dato a neri americani come risarcimento per i danni subito nel corso della storia che vanno dal colonialismo alla schiavitù alla carcerazione di massa.

Il movimento nasce nel luglio 2013, dopo che una giuria della Florida ha assolto il poliziotto George Zimmerman dalle accuse  per la morte dell’adolescente americano Trayvon Martin.

Per maggiori informazioni clicca qui

Clicca qui per scaricare la piattaforma del movimento BLM

2 Commenti

  1. Francesco Turco 4 agosto 2016
  2. Sandro 4 agosto 2016

Lascia un commento