Stati Uniti, California: un nuovo disegno di legge per un reddito di base


Una proposta di legge della California fornirebbe alla maggior parte degli adulti dello stato un reddito di base universale (UBI) di  1.000 dollari al mese, simile al piano proposto dell’ex candidato presidenziale Andrew Yang.

Giovedì, il parlamentare democratico della California, Evan Low, ha presentato il Programma di reddito base universale della California. Low era il co-presidente della campagna di Yang e la proposta presenta una sorprendente somiglianza con il piano nazionale dell’ex candidato.

Il programma verrebbe pagato con un’imposta statale sul valore aggiunto del 10 percento su beni e servizi, con esenzioni per generi alimentari, medicine, forniture mediche, abbigliamento, libri di testo e altri oggetti. I destinatari di diversi programmi, incluso il piano Medicaid dello stato, sarebbero inammissibili.

La lunga campagna di Yang ha raccolto un sorprendente sostegno soprattutto per la sua proposta di UBI. Yang ha soprannominato i pagamenti offerti dal suo piano «Dividendo sulla libertà». Yang ha abbandonato la corsa per la nomination democratica l’11 febbraio, dopo i risultati deludenti nelle primarie del New Hampshire.

La California sta attualmente sperimentando l’UBI su una scala molto più piccola. A 125 selezionati residenti a basso reddito della città di Stockton vengono dati  500 dollari incondizionati al mese.

Il dividendo del fondo permanente dell’Alaska è distribuito annualmente ai residenti dello stato dal 1982. Il popolare programma è finanziato dalle entrate statali del petrolio e del gas e assomiglia in qualche modo all’UBI, sebbene venga consegnato solo una volta all’anno. L’importo è anche variabile di anno in anno, con valori compresi tra $ 878 e $ 2,072.

Un piccolo numero di esperimenti aggiuntivi si sono poi verificati in tutto il paese in passato, ma l’UBI non ha ancora ricevuto il tipo di supporto mainstream probabilmente necessario per essere implementato a livello nazionale.

Fonte: Newsweek

Lascia un commento