Svizzera: Zurigo verso una sperimentazione di un reddito di base


Nel comune di Zurigo, è iniziata la discussione per la realizzazione di un progetto pilota nella città di un reddito di base incondizionato. Sono passati alcuni anni da quando l’elettorato svizzero ha respinto l’iniziativa referendaria per un reddito di base incondizionato. Con la pandemia da Covid del 2020, l’idea di un reddito di base ha ricevuto un nuovo impulso, perché la crisi ha mostrato le debolezze del sistema sociale svizzero. Carenze che potrebbero forse essere sanate con una soluzione alternativa alla solita previdenza sociale? Questa una delle domande che si è posto il comitato che sta elaborando il progetto “Esperimento pilota scientifico reddito di base”  formulando così un testo per l’iniziativa per la città di Zurigo.
A differenza della proposta del 2016, non si terrà un dibattito generico sull’introduzione di un reddito di base, ma si tenterà di realizzare uno studio scientificamente supportato a partire da una sperimentazione su base locale. Secondo l’iniziativa comunale, l’idea è quella di coinvolgere almeno 500 persone a cui erogare un reddito di base per un periodo di tre anni. Il costo potrebbe essere coperto dalla città con fondi per la ricerca e donazioni da fondazioni. L’importo esatto deve ancora essere definito, ma non deve essere inferiore al livello della sussistenza sociale.

Il comitato organizzatore di questa sperimentazione vuole anche comprendere come si comportano le persone quando hanno a disposizione un importo mensile fisso a prescindere dal lavoro. Secondo il comitato, si tratta di chiarire questioni importanti, l’attenzione si concentra sul test e sulla ricerca del concetto di reddito di base. Il progetto pilota intende anche rispondere alla domanda frequente sul finanziamento per l’ampliamento in tutta la Svizzera.

I sostenitori dell’iniziativa provengono da un campo politico ampio e non legato ad un solo partito. Il comitato comunale sottolinea che i membri lavoreranno indipendentemente dalle loro opinioni politiche. Al comitato partecipano, tra gli altri, Urs Helfenstein (SP) membro del consiglio comunale di Zurigo, Nicola Forster co-presidente del GLP del cantone di Zurigo e David Kohler,  ne fa parte anche l’imprenditrice Ursina Pajarola, membro del consiglio di amministrazione del FDP municipale di Zurigo.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

Lascia un commento