Svizzera: reddito di base e futuro del lavoro. Verso il referendum di giugno


“Future of Work” sarà il titolo della conferenza internazionale che si terrà a Zurigo in Svizzera il 4 ed il 5 maggio 2016. Come si legge dall’introduzione al meeting: “La Svizzera, sarà la prima nazione al mondo a votare, nel giugno 2016, sulla proposta di un reddito di base universale, una proposta interessante e stimolante di innovazione sociale. L’idea del reddito di base universale ha tra i suoi sostenitori eminenti economisti e filosofi ed attualmente vive una rinascita in tutto il mondo. I principali imprenditori della Silicon Valley oggi stanno discutendo la proposta del reddito di base e stanno progettando delle sperimentazioni di fattibilità. Il governo finlandese ed anche il Canada stanno progettando delle sperimentazioni (test pilot) per introdurre un reddito di base. I Paesi Bassi anche si stanno predisponendo ad una serie di progetti pilota di reddito di base  nelle città di Utrecht, Maastricht e Groningen. Ed anche la Nuova Zelanda, così come la Namibia stanno andando nella stessa direzione. Questa conferenza pone la questione se il cambiamento tecnologico richiede una nuova politica sociale. ”

Saranno molti i relatori provenienti dai diversi paesi del mondo. Per leggere il sito ufficiale della conferenza internazionale ed il programma clicca qui

Il 5 maggio sempre a Zurigo e in continuità con la conferenza internazionale, YSI ospiterà un seminario per discutere del reddito di base e la sua fattibilità macroeconomica e fiscale, così come il suo potenziale impatto sulla società in generale. A questo incontro tra i relatori anche Andrea Fumagalli del BIN Italia. Per maggiori informazioni del workshop e leggere il programma clicca qui

Lascia un commento