Sudafrica: il partito comunista chiede un reddito di base


Il Partito Comunista sudafricano ha chiesto, durante una manifestazione virtuale domenica 4 ottobre, una legge per il reddito di base per il Sudafrica.  

Il leader del Partito Blade Nzimande ha prima di tutto chiesto l’implementazione di un sistema completo di assicurazione sanitaria nazionale basato sul principio di solidarietà. Poi ha sottolineato l’urgenza di reagire all’emergenza creatasi a fronte della pandemia di Covid-19 con una normativa legata all’inserimento di un reddito di base nel paese. «L’aumento dell’indebitamento della classe lavoratrice e delle classi medio-basse a seguito della pandemia del Covid-19 aggrava l’insicurezza alimentare e aggrava la crisi di riproduzione sociale di molte famiglie » ha detto Nzimande che ha altresì affermato che questi problemi devono essere affrontati nella ripresa economica del Sudafrica.

La sovvenzione sociale speciale Covid-19 di soccorso è stata una «ancora di salvezza per milioni di persone», ma ha aggiunto Nzimande: «quella sovvenzione scadrà alla fine di questo mese e non possiamo permettere che ciò accada: questa sovvenzione deve essere convertita in un reddito di base». 

«Senza questa piccola ma disperatamente necessaria ancora di salvezza, molte famiglie cadranno in una crisi ancora più profonda».

Fonte: Daily Maverick

Lascia un commento