Sud Africa: L’ANC propone l’imposta sul patrimonio per finanziare il reddito di base


L’African National Congress (ANC) continua ad avanzare la proposta per una tassa aggiuntiva sui contribuenti più ricchi del Sud Africa per finanziare l’introduzione di un reddito di base (BIG) (come riportato dal Sunday Times).

“BIG può essere considerato un meccanismo per promuovere l’equità e quindi una tassa sul patrimonio può essere un meccanismo attraverso il quale è possibile finanziare un BIG”, si legge nella proposta. Il presidente della sottocommissione per la trasformazione economica, Mmamoloko Kubayi, ha detto che “l’ANC vuole introdurre un’imposta sul patrimonio” per finanziare il reddito di base. “La maggior parte della ricchezza di questo paese è nelle mani del 5% della popolazione”, ha affermato Kubayi citato dal Sunday Times. “Non siamo tassati così in termini di reddito? Coloro che guadagnano di più sono tassati di più; più guadagni, più paghi le tasse. È lo stesso principio”.

Questa non è la prima volta che l’ANC discute di una tassa sul patrimonio. Nell’aprile 2020, all’inizio del blocco del Covid-19 in Sud Africa, il partito al governo ha anche considerato un’imposta sul patrimonio una tantum per aiutare il Paese a riprendersi dal blocco. La proposta proveniva da un gruppo di economisti guidati dall’ex capo del bilancio del Tesoro nazionale sudafricano Michael Sachs. MyBroadband aveva precedentemente chiesto a Dawie Roodt, capo economista di Efficient Group e  l’economista Mike Schüssler , una loro analisi sull’impatto di una tassa sul patrimonio.

Roodt ha spiegato che l’efficacia degli aumenti delle tasse dipenderebbe dal tipo di imposta, dalla durata e dalle aliquote . Ha affermato che un “maggiorazione” una tantum comporterebbe una minore evasione fiscale rispetto a una tassa più piccola applicata su un periodo più lungo. “La linea di fondo è che, nella migliore delle ipotesi, è possibile ottenere entrate extra solo a breve termine. A lungo termine, è probabile che venga raccolto meno”, ha affermato.

Schüssler ha spiegato che il carico fiscale sui sudafricani è già molto alto, con il Paese tra i 12 Paesi con una tassazione più alta in percentuale del PIL. Ciò si traduce in minori investimenti nel Paese e, a sua volta, in una crescita economica più lenta. Schüssler ha affermato che anche le imposte sul reddito delle persone fisiche in Sud Africa rispetto al PIL sono tra le più alte al mondo. “Questo è insostenibile poiché le persone che pagano le tasse ottengono molto poco in cambio: hanno visto lo spreco, la corruzione e gli alti stipendi del governo”, ha affermato.

Nell’agosto 2021, il governo ha proposto ancora una volta di aumentare le imposte sul reddito per finanziare un reddito di base (BIG) , insieme a contributi obbligatori a un regime pensionistico statale. Nel suo Libro verde sulla sicurezza sociale e la riforma della pensione, il Dipartimento per lo sviluppo sociale ha affermato che sarebbe necessario un aumento di 10 punti percentuali delle imposte sul reddito per raccogliere 200 miliardi di Rand. Tuttavia, l’aumento dell’imposta sul reddito avrebbe finanziato solo il livello più basso proposto per il BIG, che è al limite della povertà alimentare. Il ministro dello Sviluppo sociale Lindiwe Sisulu ha ritirato il Libro verde meno di un mese dopo.

Nel marzo 2022, BusinessTech ha riferito che, secondo gli investitori e gli esperti fiscali di PSG e Allan Gray, il paese sta preparando i contribuenti a introdurre un’imposta sul patrimonio. Il responsabile fiscale di Allan Gray, Komil Gordhan, ha affermato che la SARS richiedeva che i beni fossero dichiarati al valore di mercato. Ciò suggerisce che il servizio delle entrate sta cercando di valutare come è cambiato il valore di queste attività e determinare da dove possono derivare opportunità di entrate fiscali. Citando il gruppo di consulenza immobiliare globale Knight Frank, il rapporto rileva anche che, a differenza di gran parte del resto del mondo, il Sudafrica ha registrato un calo significativo delle persone con un patrimonio netto elevato nell’ultimo anno.

Questi individui sono definiti come aventi un patrimonio netto di almeno $ 30 milioni (R494 milioni), inclusa la loro residenza principale. L’ultimo rapporto sulla ricchezza di Knight Frank ha suggerito che gli ultra-ricchi del Sud Africa stavano lasciando il paese piuttosto che affrontare l’aumento delle tasse.

Fonte Mybroadband

Lascia un commento

things to say in online dating profile australian site for dating