Sud Africa: i  sindacati vogliono un reddito di base


Zwelinzima Vavi, segretario generale della Federazione sudafricana dei sindacati (SAFTU), ha chiesto l’attuazione di un reddito di base, ancora una volta, già prima della dichiarazione sulla politica di bilancio a medio termine (MTBPS) di novembre 2021. Vavi ha affermato che la sovvenzione dovrebbe essere rivolta ai disoccupati sudafricani di età compresa tra 18 e 59 anni.

Vavi ha affermato che il reddito di base dovrebbe essere almeno di R1500 per aiutare i disoccupati a soddisfare i loro bisogni di vita. Ha aggiunto che la sovvenzione stimolerebbe l’economia creando domanda di prodotti e servizi, che a loro volta creerebbero posti di lavoro. “Le persone stanno morendo di fame. Per porre fine a questo, lo stato dovrebbe cercare di introdurre progressivamente un reddito di base incondizionato ” ha affermato Vavi. “Il governo deve concentrarsi sull’attirare di nuovo le persone nell’economia invece che solo sugli investitori stranieri”. Vavi ha detto che “i ricchi e i grandi inquinatori” devono essere tassati per finanziare la sovvenzione in modo che i poveri possano vivere.

Fonte: The SouthAfrican

Lascia un commento