Stati Uniti: Chicago verso un reddito di base?


Chicago potrebbe diventare la più grande città negli Stati Uniti per provare un programma universale di reddito di base .

Il parlamentare di Chicago Ameya Pawar ha ricevuto finora un sostegno da parte di 36 co-sponsor per presentare il programma pilota. Se il disegno di legge riceverà un sostegno adeguato, sarà votato dal Consiglio comunale . Se il disegno di legge passa, potrebbe essere emanato, a condizione che il sindaco di Chicago, Rahm Emanuel, non abbia posto il veto all’approvazione.

La proposta intende realizzare un reddito di base di 500 dollari al mese, senza vincoli, a 1.000 famiglie a Chicago. Il disegno di legge prevede anche una modifica al programma di credito d’imposta sul reddito percepito per queste stesse famiglie, per consentire loro di ricevere crediti d’imposta su base mensile anziché annuale. Pawar ha spiegato a The Intercept che l’automazione tecnologica in corso minaccerà milioni di posti di lavoro, e questo aumenterà le diseguaglianze sia razziali che sociali.”Abbiamo bisogno di iniziare una dibattito sull’automazione e su un quadro normativo”, ha sostenuto Pawar, perché se i lavori “semplicemente spariscono … le divisioni cresceranno e siamo seduti su una polveriera. Quasi il 70% degli americani non ha 1.000 dollari in banca per un’emergenza”, ha detto Pawar. “E’ tempo di pensare ai trasferimenti di denaro diretti alle persone in modo che possano iniziare a fare progetti su come poter vivere.”
Altri articoli qui:

Lascia un commento