Stati Uniti: a Houston è in programma un reddito di base per l’emergenza coronavirus


La città di Houston ha in progetto di erogare fino a 1.200 dollari ciascuno ai residenti come parte di un nuovo programma per fare fronte all’emergenza legata alla pandemia del coronavirus. La città ha in programma di aprire un fondo di assistenza diretta da 30 milioni di dollari, secondo lo Houston Chronicle. Il fondo sarebbe simile a quello creato dalla Contea di Harris il mese scorso per assistere fino a 23.750 famiglie. La città sta anche cercando di aggiungere 10 milioni al suo programma di soccorso per le piccole imprese.

«Le persone possono utilizzarlo per qualsiasi cosa: necessità di base, affitto, qualsiasi cosa», ha detto il sindaco di Houston Sylvester Turner. «Stiamo facendo tutto il possibile, con i dollari che ci sono stati dati, per cercare di soddisfare le esigenze di tutte le persone». BakerRipley – una istituzione senza scopo di lucro – sarà incaricato di distribuire i fondi,  vista la esperienza maturata precedentemente nella distribuzione di fondi per il programma di assistenza comunale per la casa.

Lo Houston Chronicle fa notare tuttavia che i soldi devono essere spesi, secondo le leggi nazionali, entro la fine dell’anno, anche se molte città, compresa Houston, hanno chiesto proroghe dei termini. Intanto il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell  Ha avvertito che qualsiasi futuro programma di soccorso per il coronavirus  sarà legato al disegno di legge di spesa «omnibus» di fine anno, e che i repubblicani del Senato lavoreranno affinché esso sia  di dimensioni limitate. All’inizio della giornata, un gruppo bipartisan di senatori e membri della Camera ha presentato una proposta di soccorso COVID-19 da 908 miliardi di dollari.
Insomma, continua la bagarre politica.

Lascia un commento