Sri Lanka: verso uno studio per introdurre il reddito di base


Il reddito di base incondizionato sta diventando un argomento sempre più dibattuto in tutto il mondo. Anche in Sri Lanka il dibattito si sta avviando ad individuare studi che possano introdurlo. Il Professor Guy Standing, Università di Cambridge, e professore all’Università di Londra, è stato ex direttore presso l’Organizzazione internazionale del lavoro ed è consulente economico del partito laburista di Jeremy Corbyn in Gran Bretagna. Il professor Karl Widerquist, Università di Oxford, e professore alla Georgetown University in Qatar stanno collaborando con Talal Rafi, sostenitore del reddito di base e cofondatore di Hubpoint.

“I nostri progetti sperimentali in India e in Africa hanno dimostrato senza ombra di dubbio che se il governo distribuisce un reddito di base invece di sussidi inutili e schemi di welfare condizionati, migliora sia l’accesso al cibo e la dieta nutrizionale, la salute migliora, la produzione e il reddito economico locale aumentano e la condizione delle donne migliora. Avendo lavorato in Sri Lanka, sono convinto che questa sarebbe la migliore strada da seguire. Per questo è un piacere collaborare con Talal Rafi. Lavorando con lui, desideriamo combattere la povertà “, afferma il professor Guy Standing.

“La povertà non è una mancanza di denaro. È la mancanza di accesso alle risorse necessarie per vivere una vita decente. Ricattare le persone colpite dalla povertà è un modo crudele per indurle ad accettare bassi salari. Abbiamo bisogno di un reddito di base per combattere questo meccanismo. Fortunatamente l’idea si sta diffondendo e persone come Talal Rafi stanno lavorando per dare ancora più forza alla proposta del reddito di base in Sri Lanka “, afferma il professor Karl Widerquist.

Fonte Daily FT

Lascia un commento