Spagna: la Catalogna verso “un progetto pilota per il reddito di base tra i più ambiziosi al mondo”.


La Catalogna è destinata ad essere protagonista per uno dei più ambiziosi progetti pilota di reddito di base, con il coinvolgimento di almento 5.000 persone. La proposta avanzata è quella di erogare un reddito di base in maniera incondizionata di una somma mensile tra i 300 ed i 950 euro a seconda dell’età, del reddito e delle dimensioni della famiglia.

“Potrebbe essere considerato uno dei più ambiziosi nel contesto europeo e anche dell’intero globo”, afferma Bru Laín, professore associato di sociologia all’Università di Barcellona e consulente dell’Ufficio catalano per l’attuazione del progetto pilota del reddito di base universale. Questa iniziativa, la cui progettazione metodologica è in discussione da esperti del settore, ​​si svolgerà da gennaio 2023 a dicembre 2024 in numerosi comuni della regione. Non sarà legato ad alcuna condizione, come l’occupazione o l’istruzione, e sarà erogato su base individuale.

Sergi Raventós Panyella, che dirige l’ufficio del progetto pilota catalano, ha parlato della necessità di un “cambiamento di paradigma” per quanto riguarda le politiche sociali, soprattutto considerando le condizioni economiche causate dalla pandemia in tutto il mondo. Mentre i benefici relativi all’accesso alla salute o all’istruzione sono scontati nei paesi con forti programmi di welfare, gli esperimenti sul reddito di base hanno portato a ridurre la povertà e l’indebitamento, a migliorare l’alimentazione, a ridurre i livelli di stress, a migliorare il benessere generale e la felicità, ad aumentare i tassi di frequenza scolastica, etc.

Dagli anni ’60, oltre 200 programmi di reddito di base sono stati implementati in tutto il mondo, dalla Finlandia ai Paesi Bassi, alla Namibia o nelle città degli Stati Uniti. Questi hanno variato la loro portata, con alcuni rivolti solo ai residenti a basso reddito e altri a beneficio di una fascia più ampia della popolazione, come tenta il programma pilota della Catalogna. A differenza di altri esperimenti, ciò consentirà ai ricercatori  catalani di trarre conclusioni sugli effetti di un programma di reddito di base universale, cioè senza un gruppo target più ristretto.

Il progetto pilota catalano è il risultato di un accordo tra l’estrema sinistra pro-indipendenza CUP ed Esquerra, il partner di governo della coalizione di governo dopo le elezioni del 14 febbraio 2021.

Fonte Catalan News

Lascia un commento