Roma 29 maggio 2020: Non c’è più tempo, reddito per tutti e tutte. Manifestazione davanti al Ministero di Economia e Finanza


Venerdi 29 maggio 2020 decine di associazioni, reti e sostenitori del reddito di base manifesteranno sotto il Ministero dell’Economia e della Finanza per chiedere un reddito di base.

Di seguito il documento realizzato dai promotori della rete per il “Reddito di quarantena nel Lazio”:

Basta sussidi e bonus spezzettati e insufficienti con mille esclusioni e mille ritardi

NON C’E’ PIU’ TEMPO – #REDDITOPERTUTTI

Facciamo un appello a manifestare tutt@ insieme e venerdì 29 maggio davanti al MEF in Via XX Settembre, 97 a Roma, alle 16.30.

Nessun@ resterà indietro?

È stato questo il mantra ripetuto da Governo e maggioranza fin dai primissimi giorni di pandemia.

“Nessuno verrà lasciato solo”.

Sono passate molte settimane dall’inizio della pandemia e sono stati varati due decreti che avrebbero dovuto risolvere e affrontare i problemi, uno dei quali, mentre scriviamo, non è ancora stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Hanno detto di aver messo tanti soldi, di occuparsi di tante questioni, che la situazione è complessa, e noi abbiamo aspettato a casa: ora il tempo è scaduto.

Abbiamo atteso un reddito di base incondizionato, una risposta strutturale ai bisogni delle mille figure del lavoro precario, povero, a chiamata, a cottimo, nero, informale, escluso dalla cassa integrazione che ancora non arriva, di tutto quel mondo del lavoro per il quale la crisi non ha origine con il COVID, ma affonda le radici molto prima.

Abbiamo atteso, invano, uno strumento universale in grado di ricomporre questo mosaico, avete preferito invece una giungla di provvedimenti temporanei e inutili, pochi soldi per le persone, in ritardo e per poco tempo, avete scelto mille misure con confini utili più ad escludere ed umiliare che a sostenere.

Abbiamo visto gli industriali urlare per farci tornare al lavoro e costringerci a scegliere tra la nostra salute e la possibilità di arrivare a fine mese, abbiamo chiesto che fossero loro a pagare questa volta, che le ricchezze venissero finalmente distribuite, che chi aveva di più poteva mettere più di chi non aveva niente. Avete scelto una pioggia di soldi, senza alcuna condizione, per le imprese, finanziamenti a fondo perduto e sconti, regali e inchini, eliminazione dell’IRAP, che serve a finanziare il Sistema Sanitario Nazionale, ringraziamenti e rassicurazioni.

Abbiamo atteso invano un provvedimento di regolarizzazione per tutti i cittadini migranti che si trovano sul nostro territorio per preservarne vita, salute e diritti. Avete ritenuto che fosse più importante tutelare solamente la produzione di merci e servizi, così com’è, in quei settori del lavoro dove si annidano sacche di sfruttamento, segregazione, negazione dei diritti più elementari.

Abbiamo atteso prima di manifestare, ci siamo presi cura l’uno dell’altra e abbiamo immaginato altre forme di organizzazione, relazione, dissenso, ma ora non possiamo più attendere, non c’è più tempo!

Chiediamo a tutti coloro che sono rimasti esclusi dalle misure di questi mesi, a chi aspetta la cassa integrazione, a chi ha perso il lavoro, a chi è ancora in attesa dei buoni spesa e non ha ricevuto nulla, a chi si sta organizzando perchè non riesce a pagare affitti e bollette, a tutte le realtà che attraverso la solidarietà in queste settimane hanno sostenuto situazioni al limite, nei quartieri e nelle borgate, e che non possono e non vogliono continuare a sostituirsi al ruolo del pubblico, a tutti quelli che credono che uno spazio di democrazia vada preservato e che manifestare, distanziati e in sicurezza, sia un diritto a cui non si può rinunciare, a singoli e realtà sociali, di sottoscrivere questo appello e di scendere in piazza, Venerdì 29 Maggio, perché solo con una misura di welfare universale, individuale e in grado di intervenire su vecchie e nuove povertà nessun* resterà indietro, oggi e nei prossimi mesi.

NON C’E’ PIU’ TEMPO
REDDITO DI QUARANTENA LAZIO

Sottoscrizioni in aggiornamento al link dell’evento. Per maggiori informazioni clicca qui

Qui un articolo tratto da La Repubblica “Roma, Sos-povertà, sit-int al Mes delle reti sociali: “Non c’è più tempo, serve un reddito per tutti””

Lascia un commento