Rete per il reddito Francia lancia una campagna di crowfounding


Stanislas Jourdan

La rete per il reddito di base incondizionato UBI-France lancia una ambiziosa campagna di crowdfunding e si impegna a raccogliere 25.000 euro.
Il Movimento francese per il reddito di base (affiliati del BIEN) ha lanciato un ambizioso progetto di crowdfunding che mira a raccogliere 25.000 euro per finanziare una serie di nuovi progetti. La rete francese, fondata nel 2013 dopo l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE), ha contribuito in modo significativo alla costruzione del movimento per il reddito di base. Ora ha bisogno di crescere e dare vita e corpo ad una fase successiva.

Questo è il motivo per cui il movimento ha iniziato una campagna di crowdfunding iniziata ai primi di novembre 2015. Il denaro raccolto servirà a dare vita ad 8 progetti chiave:

Creare strumenti di informazione durante le campagne elettorali e distribuirli tra la rete ed i gruppi locali di tutta la Francia.
Partecipare a eventi come il COP21 portando a conoscenza i progetti di reddito di base.
Pubblicare un giornale sul reddito di base che fornirà una sintesi di argomenti, teorie e proposte per l’attuazione di reddito di base in Francia.
Sviluppare un nuovo sito web per migliorare la promozione del reddito di base on-line.
Stampare 50mila copie extra del primo numero del giornale ‘L’inconditionnel’ che era stato pubblicato nel 2014 in collaborazione con gli attivisti svizzeri e belgi. Un primo numero che ha avuto un enorme richiesta di copie.
Finanziare un sondaggio pubblico indipendente per valutare il livello di consapevolezza e conoscenza della proposta e indagare quanto sia il sostegno al reddito di base in Francia. Monitorare i progressi compiuti dall’ultimo sondaggio realizzato nel maggio 2015.
Lanciare un nuovo numero del giornale “L’inconditionnel”.
Realizzare nuove videoclip che spieghino cosa è il reddito di base incondizionato.
Mentre la maggior parte del denaro raccolto si applicherà a questi progetti specifici, circa il 30% sarà utilizzato per pagare i costi di gestione dell’associazione. L’associazione avrà presto un ufficio a Parigi, e si sta valutando un piano per assumere membri del personale permanentemente.

“Finora, il finanziamento della associazione è stata in gran parte dipendente da quote associative e donazioni, e in parte mediante sovvenzioni da parlamentari. Questa campagna ci permetterà di velocizzare i nostri progetti e accelerare la crescita del movimento “, dice Nicole Teke, coordinatore internazionale di UBI-France. Circa 6.500 euro sono già stati raccolti, e gli organizzatori sperano di raggiungere l’obiettivo di 25.000.

In Francia – come in molte altre nazioni – il reddito di base ha goduto di popolarità nel corso degli ultimi mesi. In particolare nel mese di maggio 2015 un sondaggio ha mostrato che il 60% della popolazione intervistata sarebbe a favore di un reddito di base incondizionato e la fattibilità di un progetto pilota viene sostenuto nella regione del Sud-Ovest della Francia.

Per maggiori informazioni clicca qui

Tratto da basicincome.org

Lascia un commento