Regno Unito: i Verdi inseriscono il reddito di base nel programma elettorale


Spendere 100 miliardi di sterline all’anno per la crisi climatica, riformare radicalmente il sistema fiscale ed inserire nuove misure di tutela sociale: Questo sarà il programma elettorale del Green Party del Regno Unito per quelle che definiscono “le elezioni climatiche”.

Il programma prevede un finanziamento di 100 miliardi di sterline da spendere per nuove reti ferroviarie, nuovi piani energitici per le abitazioni, autobus ecologici nel “più grande investimento in infrastrutture mai visto in questo paese”. L’obiettivo è raggiungere emissioni pari a zero di carbonio prima del 2030.

“Ogni singolo voto per il partito verde sposterà la politica britannica”, ha detto Jonathan Bartley leadere del Green Party. “Siamo riusciti a spostare l’intero dibattito e modificato l’agenda, facendo cambiare idea anche di altri partiti. ” Lib Dems, Labour and Scottish National Party hanno chiesto un dibattito elettorale televisivo sul clima.

Bartley, che è diventato co-leader con il candidato sindaco di Londra Siân Berry lo scorso anno, ha negato che il voto dei Green potrebbe dividire la sinistra: “Le persone sono sempre più disposte a votare ciò in cui credono”, ha detto. “La gente non vuole più trattenere il naso e votare il meno peggio.”

Bartley ha accusato i Conservatori e il Laburisti di proporre politiche sostanzialmente simili e che non riuscirebbero a modificare l’economia. “A meno che non si abbia un cambiamento sismico, non ci occuperemo dell’emergenza climatica” ha detto.

Tra le altre iniziative proposte, i Verdi propongono anche un piano di redistribuzione della ricchezza verso le persone a basso reddito attraverso l’introduzione di un reddito di base e sostituire così gli attuali sostegno al reddito che sono molto complessi e al limite della vessazione verso i poveri che li richiedono. Accanto all’introduzione di un reddito di base vi è anche la proposta della riduzione della settimana lavorativa a quattro giorni. Queste proposte in particolare, il reddito di base e la diminuzione della settimana lavorativa, vede anche il sostegno dei Labour.

Fonte The Guardian

Lascia un commento