Paesi Bassi: assistenza al reddito per i lavoratori autonomi


Il governo olandese ha implementato un nuovo programma per i lavoratori autonomi che hanno subito una perdita di reddito a causa della pandemia di COVID-19 – la misura di collegamento temporaneo per i lavoratori autonomi (Tozo). Il nuovo accordo dà diritto ai lavoratori autonomi fino a 1050 euro al mese per i singoli individui o fino a 1500 euro al mese per le coppie per un totale di tre mesi.

Dopo la crisi finanziaria del 2008, migliaia di persone che hanno presentato domanda di sussidio di disoccupazione – noto come Bijstand – hanno dovuto vendere le loro case prima di poter avere diritto al sussidio. Una caratteristica notevole del nuovo accordo è che l’idoneità di una persona non dipende dal fatto che possieda o meno una casa o che abbia altri beni. Questo è visto come un passo avanti per coloro che vorrebbero vedere l’adozione di un reddito di base nei Paesi Bassi.

Il nuovo accordo non soddisfa tuttavia i criteri per un reddito di base per una serie di motivi. La definizione di reddito base del BIEN è un pagamento in contanti periodico incondizionatamente consegnato a tutti su base individuale, senza mezzi di prova o requisiti di lavoro. Secondo la definizione del BIEN, un reddito di base ha cinque criteri chiave : è incondizionato al reddito, non vi è alcun requisito di lavoro, è individuale, è universale ed è periodico.

Il dispositivo olandese non soddisfa il primo requisito poiché il nuovo programma comprende solo persone il cui reddito mensile è sceso al di sotto del minimo nazionale. Soddisfa il secondo criterio in quanto non vi sono requisiti di lavoro. Non soddisfa i requisiti terzo, quarto o quinto in quanto non è individuale (in quanto viene pagato meno agli individui in una coppia) o universale, e sarà fornito solo temporaneamente.
È tuttavia abbastanza generoso in quanto in linea con il salario di sussistenza.

Fonte: Bien

Lascia un commento