Namibia: petizione per chiedere l’introduzione di un reddito di base


Basic Income Grant, la coalizione per il reddito di base in Namibia che ha dato vita ad una delle più interessanti e pioneristiche sperimentazioni di un reddito di base al mondo, ha lanciato una campagna per chiedere al governo namibiano di introdurre un reddito di base su larga scala. Di seguito alcuni passaggi della petizione proposta:

“Negli ultimi 30 anni, troppi namibiani hanno vissuto in condizioni disumane e degradanti. Abbiamo lottato per soddisfare i nostri bisogni umani fondamentali, per un reddito decente, tetti decenti sulle nostre teste, acqua pulita e servizi igienici. I nostri diritti umani sono violati dai nostri leader che non sono riusciti a migliorare le nostre vite dopo l’indipendenza. Secondo il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), la Namibia continua ad essere tra i paesi al mondo con il tenore di vita più basso e le differenze estreme tra ricchi e poveri aumentano senza che vengano compiuti sforzi per affrontare il problema. La pandemia di Covid-19 ha peggiorato le cose per noi. Si è aggiunto al fardello della lotta quotidiana per la sopravvivenza. Molti di noi hanno perso il lavoro a causa della pandemia. Negli ultimi 15 anni abbiamo lottato per l’introduzione in Namibia di UN reddito di base (noto anche come BIG) per consentire a tutte le famiglie namibiane di vivere vite dignitose. Nel suo discorso inaugurale nel 2015, il presidente Geingob ha dichiarato “guerra alla povertà” con l’obiettivo di sradicare la povertà. Confrontando la nazione namibiana con una casa, ha detto che sotto il suo governo “Nessuno in questa casa deve essere lasciato fuori”. In quanto persona che di tasca sua ha contribuito finanziariamente al progetto pilota di un reddito di base nella località di Otjivero, condotto il 2008 e il 2009, avevamo la sincera aspettativa che il presidente Geingob implementasse un reddito di base come chiave per raggiungere la sua promessa di eliminazione della povertà. La povertà e le differenze estreme tra ricchi e poveri è una minaccia per la pace, la sicurezza e la stabilità del nostro paese, come evidente nell’ondata di criminalità che ha travolto il nostro paese. La lotta per i nostri diritti non è ancora finita! Le promesse dei nostri leader di proteggerci dalla povertà e migliorare le nostre vite non si sonoavverate. Ora chiediamo l’implementazione di BIG come nostro diritto umano!È giunto il momento che tutti i namibiani si organizzino per chiedere l’implementazione di un reddito di base. Il silenzio non ci farà vincere nulla. Come dice il proverbio: “Qualunque cosa non stai cambiando, stai scegliendo” Scegli di vivere in povertà ?! Alzati e chiedi una vita migliore”.

Per maggiori informazioni, leggere tutto l’appello (in inglese) e firmare la petizione clicca qui

Lascia un commento