Gran Bretagna: il sindaco di Manchester chiede il reddito di base per «guarire» l’Inghilterra dal Coronavirus


Andy Burnham ha suggerito al governo di prendere in considerazione l’introduzione di un reddito di base universale per «affrontare i problemi relativi alla salute pubblica» e aiutare la ripresa del paese dal coronavirus. Il sindaco di Manchester ha parlato al programma Today di BBC Radio 4 e ha affermato che la pandemia ha rivelato quanto sia «enormemente diseguale» il Regno Unito e ha sostenuto che molte persone «semplicemente non sono state in grado di proteggere la propria salute a causa delle loro condizioni di lavoro scadenti».

«E solleciterei il Cancelliere e il Primo Ministro ad affrontare questo problema di resilienza sanitaria ed economica in alcuni dei nostri posti più poveri. Penso che dovrebbero parlare di un salario reale in tutto il paese e anche potenzialmente di un reddito di base universale. Perché ciò che abbiamo visto con questo virus – è stato molto chiaramente visibile a tutti –  è che il nostro paese è enormemente disuguale, e che ci sono alcune persone che semplicemente non sono state in grado di proteggere la propria salute a causa delle loro cattive condizioni di lavoro».

A maggio, anche il sindaco di Londra Sadiq Khan ha sostenuto le proposte per un reddito di base universale per favorire la ripresa economica dopo la crisi del coronavirus. La leadership laburista aveva respinto l’idea in aprile – un portavoce di Keir Starmer ha dichiarato : «È improbabile che durante la crisi sia possibile creare un sistema di sicurezza sociale completamente nuovo». Tuttavia 170 deputati e colleghi hanno scritto al Cancelliere a marzo, chiedendo un «reddito di base universale di emergenza» nella pandemia – per «dare a tutti il ​​sostegno finanziario di cui hanno bisogno per provvedere a se stessi e alle loro famiglie».

Fonte: Basic Income Today

Lascia un commento