Finlandia: i primi frutti della sperimentazione del reddito di base


L’esperimento del reddito di base in Finlandia sta già producendo i primi risultato dopo soli 4 mesi.
All’inizio di gennaio 2017 la Finlandia è tra i paesi a sperimentare il reddito di base. Un’esperimento biennale come sperimentazione di nuova redistribuzione della ricchezza, in cui le persone ricevono un reddito di esistenza. Sono già emersi alcuni risultati tanto che molti dei 2.000 destinatari stanno segnalando livelli più bassi di stress. Anche se i soldi (580 euro) che ricevono ogni mese potrebbero non essere molti, a quanto pare sono sufficienti per evitare il senso di ansia di molti degli individui beneficiari, ha detto a Kera News, Marjukka Turunen, responsabile dell’assistenza di Kela (l’Istituo finlandese per l’assicurazione sociale che ha in capo la sperimentazione del reddito di base).

Il reddito base è soprattutto una soluzione alla povertà ed i sostenitori della sperimentazioni dicono che questa sta fornendo ai poveri esattamente quello che manca: il denaro, che permette loro di non scivolare definitivamente nell’estrema indigenza.

Turunen sottolinea che Kela non fornirà alcun dato ufficiale sull’efficacia del progetto di sperimentazione fino al 2018. I partecipanti che parlano alla stampa potrebbero non rappresentare l’intero pool di destinatari e che “I risultati devono essere attentamente analizzati in base alle informazioni che otteniamo solo alla fine del prossimo anno”. Turunen ha espresso grandi speranze per la sperimentazione ed il progetto pilota.

Per leggere l’articolo (in inglese) clicca qui

Lascia un commento