Corea del Sud: la rete per il reddito chiede una legge


Il Basic Income Network coreano (BIKN) ha chiesto, con una conferenza stampa, che la prossima Assemblea Nazionale parlamentare discuta l’opportunità di introdurre una legge per un reddito di base. Nove organizzazioni: BIKN, alcuni candidati per le elezioni generali, il Basic Income Youth Network, la Catholic Farmer Association, il Labor Party, il Green Party, Cultural Action, Alba Union (sindacato per i lavoratori autonomi e part titme), Left Youth, Co-op Gajangjari hanno proposto ufficialmente e congiuntamente la necessità di introdurre un reddito di base incondizionato in Corea come sostegno ad una stabilità economica per tutti. Il reddito di base in Corea fino a poco tempo fa era solo una idea di alcuni, ma ora molti lo considerano come un mezzo concreto per superare la crisi economica e per garantire un sostegno economico a tutti coloro che non hanno alcun reddito.

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento