Corea del Sud: La provincia di Gyeonggi verso un reddito di base nelle aree rurali


Il governo provinciale di Gyeonggi ha dichiarato che introdurrà un progetto pilota sperimentale di un reddito di base nelle aree rurali entro la fine del 2020. Il progetto studierà come un reddito di base influisce sulla vita dei residenti ed utilizzerà i dati raccolti per l’introduzione del reddito di base in futuro. “Proseguiremo le consultazioni con il Ministero della Salute e del Welfare sui sistemi di sicurezza sociale in linea con l’emanazione dell’ordinanza, e faremo del nostro meglio per selezionare l’area di sperimentazione e pagare il reddito di base entro l’anno”, ha detto il governatore della provincia Lee Jae-myung.

Il governo provinciale ha annunciato il 4 marzo una legge per l’emanazione dell’ordinanza sull’esperimento del reddito di base nelle aree rurali e ha avviato i preparativi per procedere con il progetto. Il reddito di base rurale è un esperimento in cui tutti i residenti di una determinata area ricevono lo stesso pagamento regolare in valuta locale per il miglioramento della libertà economica indipendentemente dai loro livelli di reddito, patrimonio o condizione occupazionale, ha affermato il governo provinciale. “Le comunità rurali, affrontando i rischi di contrazione e invecchiamento della popolazione, devono poter avere garantito l’accesso al cibo e trovare strade per una rivitalizzazione economica”, ha detto un funzionario del governo provinciale. “Riteniamo che questo esperimento sociale fornirà alle comunità un’opportunità ed inoltre sarà un altro passo per  un consenso nazionale sul reddito di base più ampio”, ha aggiunto.

Il governo provinciale si è assicurato un budget di 2,7 miliardi di won (2,4 milioni di dollari USA) per l’esperimento, avviando consultazioni anticipate con le organizzazioni competenti, tra cui il Ministero della Salute e del Welfare.

Fonte Xinhuanet

Lascia un commento