Colombia: un reddito minimo per 900mila famiglie a Bogotà


Secondo il Piano proposto dal sindaco di Bogotá, Claudia López, è stata approvata una manovra economica per la capitale del paese che ammonta a una cifra totale di 10,7 miliardi di dollari, di cui  3,8 miliardi sarebbero destinati ad un programma sociale che fornirebbe un reddito mensile di base a circa 900.000 famiglie della città.

Secondo il sindaco, l’idea è quella di introdurre politiche sociali in grado di sostenere le persone che, a causa della pandemia, hanno avuto le loro risorse economiche ridotte a causa della enorme disoccupazione, causata dall’emergenza sanitaria. Il 6 novembre 2020 è stato firmato il documento che presuppone l’unione dell’ufficio del sindaco della città con il governo nazionale per avviare questa iniziativa.

Secondo López, prima della pandemia non c’era famiglia che percepisse un reddito minimo garantito mensile come quello che si intende offrire con il nuovo piano. Il piano del governo nazionale, introdotto durante la pandemia, di un reddito di solidarietà (Ingreso Solidario), insieme al progetto proposto dal sindaco di Bogotá “Solidaria en Casa”, è riuscito a fornire un sostegno mensile di base a 712.000 famiglie colombiane. In cifre economiche, tra il 29 marzo e il 15 settembre 2020, erano stati erogati circa 342.000 milioni di dollari e, secondo i precursori della proposta, si prevede che entro la fine di quest’anno ne saranno erogati altri 500.000 milioni.

Fonte Infobae

Lascia un commento