Canada: il reddito di base proposto da oltre la metà dei partiti politici di Manitoba


Secondo gli ultimi dati, il 20,8% dei cittadini dello stato di Manitoba, in Canada, vive al di sotto della soglia di povertà. Questo è uno dei più alti tassi di povertà nel paese. Per la prima volta, tre dei principali partiti politici dello stato canadese, hanno annunciato il loro sostegno alla proposta del reddito di base. Finora, il Partito verde di Manitoba , il Partito liberale di Manitoba e l’ NDP di Manitoba hanno proposto ciascuno una forma di reddito di base come parte dei loro programmi elettorali e di contrasto alla povertà. Solo il Partito conservatore progressista di Manitoba deve ancora definire un piano di contrasto  alla povertà.”Un reddito di base permette a tutti di poter affrontare i bisogni primari di base come abbigliamento, alloggio e cibo.Ognuno ha il diritto di vivere una vita dignitosa.” “, ha affermato Paul Walsh, presidente della rete Basic Income Manitoba . Lo stato del Manitoba aveva avviato un progetto di reddito di base già negli anni ’70. Fu uno dei primi importanti esperimenti al mondo. L’ esperimento di Mincome , realizzato nella città di Dauphin , Winnipeg e in alcune città più piccole negli anni ’70, ha dimostrato di poter funzionare e i risultati prodotti furono molto importanti come l’impatto positivo sulla salute, l’istruzione e l’inclusione sociale. Altri progetti pilota sono stati condotti negli ultimi anni in Ontario (interrotto dal nuovo governo regionale dei conservatori). La rete locale per il  reddito di base, un’organizzazione senza scopo di lucro, ha lanciato inoltre una petizione che invita gli eletti dei diversi partiti a studiare, valutarne l’introduzione su larga scale. La petizione sarà presentata ai legislatori dopo le elezioni del 10 settembre 2019.

Fonte BIEN

Lascia un commento