Canada: il reddito di base la proposta che può funzionare


Cinquanta membri del Senato del Canada – quasi metà della camera – chiedono un piano per un reddito di base per garantire che, in questi tempi difficili, nessuno rimanga senza i mezzi per sopravvivere. Non è la prima volta che lo fanno. Cinquant’anni fa, il senatore David Croll chiese una revisione della nostra rete di sicurezza sociale: «Stiamo versando miliardi di dollari ogni anno in un sistema di assistenza sociale che tratta i sintomi della povertà, ma lascia intatta la malattia».
Vero allora, vero oggi. Dai suoi sforzi è venuto un programma di reddito di base per gli anziani. Gli autori di questo articolo sostengono lo sviluppo di un nuovo e semplificato quadro di sicurezza per il reddito, per sostituire i vecchi sistemi ormai inaffidabili.Perché?
Perché abbiamo ancora milioni di canadesi che vivono in povertà; la metà di loro ha un lavoro ma non riesce ancora a far quadrare i conti per i salari bassi. Milioni non hanno alloggi decenti a prezzi accessibili; migliaia sono senzatetto. Molti non possono permettersi cibo sufficiente e nutriente, e altri non possono permettersi di acquistare le medicine necessarie. Negli ultimi tre decenni si è sviluppato un ampio divario nei livelli di ricchezza e reddito. E il nostro mercato del lavoro sta cambiando con una tendenza accelerata all’automazione e un’occupazione sempre più precaria: lavori a basso reddito, part-time, a breve termine, benefici minimi o nulli. Metà della popolazione lotta per far quadrare i conti, sperimentando stress e ansia.

Il Canada Emergency Relief Benefit (CERB) è un programma che somiglia al reddito di base. Ma ci sono ancora persone che cadono nelle «fessure», e non hanno diritto a niente, che non possono provvedere sufficientemente alla sopravvivenza: cibo, medicine e alloggi per se stessi e le loro famiglie. Ad esempio, le persone con assistenza sociale o indennità di invalidità che non possono lavorare e non sono state in grado di lavorare di recente non sono ammissibili al CERB.Quando a Trudeau è stato chiesto del reddito di base universale – o UBI – in una delle sue conferenze stampa quotidiane, ha risposto dicendo che il governo stava cercando di aiutare i bisognosi e non era disposto a sostenere un pagamento universale, sia ai ricchi che ai poveri. Siamo d’accordo. Il reddito di base può essere progettato solo per coloro che hanno bisogno di un aiuto per provvedere e mantenere uno standard di vita basilare.

Cinquanta membri dell’attuale Senato (da sinistra, destra e centro) hanno scritto al governo raccomandando che il lavoro di pianificazione della transizione venga svolto ora per la costruzione di questo prossimo passo razionale basato su liquidità, produttività e ripresa economica inclusiva. La loro proposta è un’opportunità per i governi canadesi di lavorare insieme una volta che la pandemia si è calmata e di definire un approccio comune efficiente, efficace ed equo alla riduzione della povertà a livello nazionale.

Articolo di Art Eggleton e Hugh Segal
Fonte: Ottawa Citizen

Lascia un commento