Canada: il reddito di base potrebbe incrementare di 80 miliardi di dollari l’anno l’economia del paese


Un reddito di base a livello canadese potrebbe apportare un beneficio di decine di miliardi di dollari l’anno e creare centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro, afferma un nuovo studio. Il  rapporto del Centro canadese per l’analisi economica (CANCEA) ha esaminato due potenziali modelli di reddito di base e ha scoperto che entrambi potrebbero sostenere circa 2,3 milioni di famiglie al di sopra della soglia di povertà. Entrambi i modelli studiati porterebbero a economie più ricche e più posti di lavoro nel lungo periodo. I sostenitori del reddito di base sostengono da tempo hanno questo sarebbe possibile anche a partire dal fatto che i lavoratori a basso reddito spendono tutti i loro soldi per sopravvivere. Quindi il denaro extra, determinato dal reddito di base, verso le famiglie a basso reddito, finisce come stimolo economico immediato.

 

“Questa analisi di CANCEA dimostra che il ritorno economico generato dall’introduzione di un reddito di base può essere in realtà molto maggiore del costo per finanziarlo”, ha detto in una dichiarazione Hugh Segal, ex senatore canadese e uno dei sostenitori più accesi del reddito di base del Canada. “Dimostra che quando si sostituiscono programmi di welfare inefficienti e condizionati con un reddito di base, si sostengono coloro che vivono al di sotto della soglia di povertà e del nostro prodotto interno lordo. Questa è una parte vitale e materiale della discussione che la nostra società deve affrontare il prima possibile” aggiunge.

A seconda di come viene pagato il programma, il reddito di base potrebbe apportare all’economia canadese dall’1,6 al 3,2% di maggior gettito all’anno, o da 40 miliardi a 80 miliardi di dollari, creando tra 298.000 e 593.000 posti di lavoro.

Uno degli impatti chiave, rilevato dallo studio, è che i maggiori ricavi delle imprese potrebbero essere generati fino a 32 miliardi di dollari di liquidità in più da reinvestire. “Ciò significherebbe più assunzioni. E con i canadesi che con il reddito di base avranno una maggiore sicurezza economica, sempre più persone saranno disposte ad avviare nuove attività” ha affermato Floyd Marinescu, direttore esecutivo di UBI Works, che ha commissionato lo studio CANCEA. “Sappiamo tutti che la ricchezza è creata dall’innovazione, dunque assumendosi anche dei rischi”, ha detto Marinescu. “Non è possibile prevederlo, ma immaginiamo l’impatto di un reddito di base verso persone che avranno maggiore facilità nell’investire, di tornare a scuola etc. Mi aspetto che questo abbia un impatto profondo sulla nostra ripresa economica” ha aggiunto.

I due modelli di reddito di base esaminati dallo studio erano un “reddito minimo garantito” di 2.000 dollari al mese a persona o di 2.900 dollari al mese per una coppia convivente, con un massimo di 500 dollari al mese in prestazioni di invalidità. Per ogni dollaro guadagnato nel mercato del lavoro, 50 centesimi verrebbero recuperati. L’altro modello era un “reddito di base universale” con: un “dividendo” mensile di 500 dollari pagato a ogni adulto, più un reddito minimo garantito di 1.500 dollari al mese, o 2.000 dollari per famiglia di due adulti.

Il primo modello è stato progettato da Segal per il progetto pilota sul reddito di base dell’Ontario. Il secondo modello è stato progettato da UBI Works.

Il costo del primo programma sarebbe di 122 miliardi di dollari all’anno, ma sarebbe compensato da un massimo di 80 miliardi di dollari di nuove entrate governative, grazie proprio al circolo virtuoso che si verrebbe a creare, secondo le previsioni del rapporto. Il costo del secondo programma sarebbe di 235 miliardi di dollari all’anno, con un massimo di 109 miliardi di dollari compensato da maggiori entrate governative.

Queste stime dei costi sono superiori alle stime dei costi dell’Ufficio del bilancio parlamentare (PBO), che stimava – prima della pandemia – che un reddito di base sarebbe costato 43 miliardi di dollari all’anno. Questo perché il programma modellato dal PBO è meno generoso di quelli esaminati nel nuovo rapporto. Un’analisi più recente del PBO ha rilevato che la sua versione del reddito di base costerebbe meno al mese del Canada Emergency Response Benefit (CERB) introdotto dai liberali federali come sostegno al reddito nella pandemia.

Né i numeri PBO né il nuovo rapporto includono risparmi indiretti da minori costi legati alla povertà. I costi sanitari in Canada potrebbero diminuire di 19 miliardi di dollari all’anno , se un reddito di base nazionale avesse lo stesso risultato sanitario dell’esperimento del “reddito minimo” degli anni ’70 a Dauphin.

Paul Smetanin, presidente del CANCEA, ha contestato anche l’affermazione del disincentivo al lavoro, dicendo che la ricerca sugli esperimenti sul reddito di base è “inconcludente” su questo punto. Marinescu sottolinea che alcuni studi mostrano che alcune persone lasciano il lavoro, in caso ricevano un reddito di base, principalmente per prendersi cura dei bambini o arricchire la loro istruzione.

Fonte Huffington Post Canada

Lascia un commento