Austria: “Grundeinkommen Generation” apre la campagna per un referendum nazionale per il reddito di base incondizionato


Una delle reti per il reddito di base in Austria, Grundeinkommen Generation , sta avviando una campagna per dare vita ad un referendum propositivo per il reddito di base. Il primo passo è chiamare a raccolta tutte le reti, i sostenitori del reddito, associazioni contro la povertà etc. per iniziare ad avviare una campagna per il referendum sul reddito di base che sarà portata avanti fino alla fine del 2019. L’obiettivo finale sarà quello di promuovere il referendum in Austria per il 2022. All’inizio del 2020,  sarà lanciata una petizione popolare per chiedere ufficialmente il referendum.

Al momento, Generation Grundeinkommen sta realizzando un crowdfunding per sostenere questa campagna verso il referendum. Tra le altre cose c’è anche l’idea di sostenere un progetto sperimentale pilota, un simposio nazionale con tutte le reti ed i sostenitori del reddito di base, le spese per il roadshow e la preparazione del”Forum Soziale Zukunft Österreich”. Helmo Pape,  della rete Generation Grundeinkommen, spiega: “Il nostro obiettivo è assicurare che la nostra voce collettiva rafforzi le ragioni del reddito cosi che ogni cittadino austriaco sia in grado di fare una scelta informata sulla proposta di un reddito di base nel nostro paese”. Pape ritiene che i tempi siano maturi perché l’Austria possa unire gli sforzi e perseguire la via del referendum come già avvenuto in Svizzera nel 2016, quando il 23% della popolazione votò a favore dell’introduzione di un reddito di base.

Fonte BIEN

Lascia un commento