Australia: i Verdi propongono un reddito minimo per gli artisti


I Verdi australiani propongono un reddito minimo per coloro che fanno arte. L’impegno economico è di finanziare con $ 270.000.000 un reddito minimo destinato agli artisti come impulso alla cultura. La proposta dei Verdi australiani è quella di sostenere i creativi e gli artisti cosi da permettere loro di avere tempo per creare e non dover fare altri lavori per dover pagare affitto o riscaldamento o cibo.

La proposta elettorale annunciata dal portavoce dei Verdi Adam Bandt è stata fatta durante un dibattito a Melbourne alla presenza del Ministro Mitch Fifield e il portavoce alle politiche del Lavoro Mark Dreyfus​.

“Per sua natura il lavoro di un artista è piuttosto precario e pochi artisti sono in grado di fare una vita sostenibile solo grazie alla loro arte”, dice Bandt.

Una ricerca recente dimostra che oltre il 20 per cento degli artisti – anche quelli che hanno un altro lavoro per sbarcare il lunario – vivono al di sotto della soglia di povertà.

Circa il 40 per cento delle persone intervistate ha guadagnato meno di 10.000 $ l’anno. Un altro 36 per cento degli intervistati ha riferito che con differenti lavori e redditi guadagna meno di $ 30.000.

Alcuni sono pagati meno del salario minimo dato ai lavoratori dell’industria, molti non sono pagati affatto.

“La maggior parte degli artisti devono integrare i guadagni da artisti la con altre forme di lavoro”, dice Bandt. “Al contrario queste persone dovrebbero avere tempo per migliorare sempre nel loro campo.”

Inoltre solo gli artisti di maggior successo hanno la possibilità di avere in futuro una pensione.

“La maggior parte degli artisti – che hanno vissuto spesso alla giornata – con l’aumento dei costi degli alloggi, sta vivendo una vita difficile.”

Centrelink conta attività che ritiene aumenterà l’occupabilità di una persona quando si valuta l’idoneità delle persone per i benefici.

“Stiamo sostenendo che il test sul reddito minimo deve essere ampliato cosi che gli artisti possano fare meglio  il loro mestiere”, dice Bandt. “Per esempio, mettere su uno spettacolo gratuito o condividere il lavoro che hanno fatto come parte di una mostra.”

Gli artisti che riceveranno un reddito minimo sarebbero comunque sottoposti al means test (stato di necessità) per essere ammissibili a riceverlo.

“L’ impatto sul bilancio è modesto”, dice Bandt. “Si parla di un totale di circa 20 milioni di $ l’anno. Una goccia nel mare per quanto riguarda il bilancio federale.”

 

Maggiori informazioni clicca qui

 

Lascia un commento