Spagna: un Manifesto per il reddito di base universale per le persone con sofferenza psicologica


Alcuni collettivi di persone con sofferenza psicologica e diversità psico-sociale hanno redatto un Manifesto per il reddito di base universale che sta raccogliendo sostegno e visibilità in rete. I soggetti firmatari ritengono urgente inserire il reddito di base nell’agenda politica spagnola ed europea come strumento fondamentale per far fronte alla situazione strutturale di sistematica violazione dei diritti umani, e di discriminazione (lavorativa, materiale e sociale) subite da persone con sofferenze psicologiche. Eccone un estratto:

«Il nostro gruppo di persone con esperienze di sofferenza psicologica e diversità psicosociale rivendica la necessità di approvare un Reddito Base Universale: un beneficio economico incondizionato, paragonabile al salario minimo e superiore alla soglia di povertà, compatibile con altre fonti di reddito. Un reddito di base che garantisca le condizioni materiali per il mantenimento di una vita dignitosa e consenta l’esercizio dei diritti di cittadinanza per tutte le persone.

La sua approvazione è una necessità urgente in un mondo in cui, per le regole del neoliberismo, noi siamo una forza lavoro in esubero, dove una proporzione sempre crescente della popolazione è esclusa dal mercato del lavoro. Inoltre, la mercificazione dei bisogni primari, il costo della vita e la precarietà del lavoro ci hanno portato a una situazione in cui il lavoro non garantisce più che le persone siano al di sopra della soglia di povertà.

In questo contesto, aggravato e accelerato dalle conseguenze socioeconomiche della pandemia Covid19, rivendichiamo un reddito di base universale perché è anche una misura preventiva per la “salute mentale”. Come sottolinea l’OMS, la sofferenza derivante dalla povertà, le condizioni di vita precarie, l’incertezza economica e la disoccupazione sono tra le principali cause di esperienze che vengono diagnosticate come disturbi mentali, comportamenti di dipendenza e, anche, suicidio. Garantire condizioni di esistenza dignitose, indipendentemente dal mercato del lavoro, potrebbe aumentare la possibilità di ridurre il disagio emotivo e sociale che sta dietro a questi comportamenti». […]

A questo indirizzo potete continuare a leggere il manifesto.

Fonte: Sinpermiso

RICORDATI DI FIRMARE PER INTRODURRE UN REDDITO DI BASE INCONDIZIONATO IN EUROPA

Lascia un commento