Nasce la rete per il reddito base latinoamericana


All’inizio di marzo 2020, si è ripreso il percorso e si è deciso di dare vita a questa nuova rete per il reddito di base. Dopo gli eventi legati al virus Corona, l’interesse per il reddito di base è aumentato enormemente in America Latina. Nel giro di pochi mesi, il tema del reddito è passato dall’essere quasi sconosciuto all’essere una delle proposte più dibattute con eventi che in paesi come Argentina, Brasile, Colombia, Ecuador, Guatemala e Uruguay.

La rete per il reddito base latinoamericana si riunisce una volta al mese. Da luglio 2020 e con l’aiuto dell’Istituto di studi fiscali centroamericani ( ICEFI), la rete ha iniziato a organizzare una serie di colloqui per contestualizzare l’importanza del reddito di base nella regione. Puoi vedere il primo qui , con Pablo Yanes (Messico), Nelson Villarreal Durán (Uruguay) e Alejandra Zúñiga Fajuri (Cile), sull’importanza attuale del reddito di base.

L’ obiettivo è quello di produrre una prospettiva latinoamericana sul reddito di base, collocandola nel contesto socio-politico della regione su tutte le sue diverse dimensioni, come l’ecologia, le prospettive indigene, il benessere, la democrazia e così via. Un’altra importante conferenza si è tenuta il 4 agosto 2020, intitolata “Prospettive femministe sul reddito di base” trasmessa anche in streaming dal vivo e visualizzata qui .

Per ulteriori notizie provenienti dalla regione e contattare la rete latino americana, scrivere a: red-latinoamericana-de-renta-bsica@googlegroups.com

Fonte BIEN

Lascia un commento