Canada: a Vancouver, un reddito di base per gli homeless ed una ricerca sulla sperimentazione


Lo studio, condotto dall’organizzazione benefica Foundations for Social Change in collaborazione con l’Università della British Columbia,  ha identificato 50 persone nell’area di Vancouver che erano diventate homeless negli ultimi due anni. Nella primavera del 2018, ha dato loro una somma forfettaria di $ 7.500 (in dollari canadesi) ed ha detto loro di fare quello che volevano con i soldi. “In un primo momento, ho pensato che fosse un po ‘inverosimile – troppo bello per essere vero”, ha detto Ray. “Sono andato con uno dei rappresentanti del programma in una banca e abbiamo aperto un conto corrente per me.” Nel corso dell’anno successivo, lo studio ha seguito periodicamente i destinatari, chiedendo come stavano spendendo i soldi e cosa stava succedendo nella loro vita. Poiché stavano partecipando a uno studio controllato randomizzato, i loro risultati sono stati confrontati con quelli di un gruppo di controllo: cioè 65 senzatetto che non hanno ricevuto denaro. Sia i beneficiari del reddito di base che le persone nel gruppo di controllo hanno avuto accesso a workshop e coaching incentrati sullo sviluppo ed il rafforzamento delle loro competenze e un orientamento per sostenere i loro progetti di vita.

risultati ? Le persone che hanno ricevuto il reddito di base incondizionato si sono trasferite in alloggi stabili e hanno risparmiato abbastanza denaro per mantenere la sicurezza finanziaria durante l’anno successivo. Hanno ridotto la spesa per tabacco e alcol in media del 39% e hanno aumentato la spesa per cibo, vestiti e affitto. “Contrariamente agli stereotipi davvero dannosi, abbiamo visto che le persone facevano scelte finanziarie sagge”, ha detto Claire Williams, CEO di Foundations for Social Change.

Lo studio, anche se piccolo, offre un contrasto ai luoghi comuni secondo cui le persone che diventano povere sono tali perché non sono in grado di decidere per stesse e sono quindi responsabili della loro situazione di povertà. Oltre al luogo comune che sostiene che se dai soldi alle persone senza alcun vincolo lo spenderanno per cose frivole o che creano dipendenza. Gli studi hanno costantemente dimostrato che i trasferimenti di denaro diretti non aumentano il consumo di “beni tentazione” o lo riducono o non hanno alcun effetto su di esso.

“Lavoro con persone che sono homeless come medico di famiglia da 16 anni e non sono affatto sorpreso che le persone che hanno ricevuto questo denaro lo abbiano usato saggiamente”, sostiene Gary Bloch, un medico canadese . “Dovrebbe essere abbastanza ovvio ormai che fornire denaro a persone con un reddito molto basso avrà un effetto positivo”, ha aggiunto. “L’abbiamo visto in altri programmi (come in America Latina, studi sul reddito garantito in Manitoba etc) e mi aspetto un risultato simile qui”.

Secondo Foundations for Social Change, introdurre un reddito di base nell’area di Vancouver ha effettivamente creato un risparmio economico della società in generale. Consentendo a 50 persone di trasferirsi più rapidamente negli alloggi, il sistema di accoglienza ha consentito di risparmiare 8.100 dollari a persona durante l’anno, per un risparmio totale di 405.000 dollari. È più del valore del reddito di base, il che significa che i trasferimenti di denaro diretti si ripagano da soli. 

Claire Williams ha sviluppato l’idea per il New Leaf Project quando il suo co-fondatore le ha inviato un link a un discorso TED del 2014 dello storico Rutger Bregman intitolato “Perché dovremmo dare a tutti un reddito di base” in cui affermava che il modo più efficace per aiutare le persone è semplicemente dare loro denaro contante. 

Le prove delle diverse sperimentazioni in giro per il mondo dimostrano che un reddito di base tende ad aumentare la felicità , la salute , la frequenza scolastica e la fiducia nelle istituzioni sociali , riducendo la criminalità . I destinatari generalmente spendono i soldi in beni di prima necessità come cibo, vestiti e bollette .

Ma Williams e i suoi collaboratori hanno deciso che invece di dare un reddito mensile alle persone, avrebbero dato una grossa somma forfettaria. “La ricerca mostra che se si dà alle persone una maggiore somma di denaro in anticipo, si innesca il pensiero a lungo termine”, invece di mantenere le persone in modalità sopravvivenza, ha spiegato Williams. “Non puoi pensare di iscriverti a un corso per migliorare la tua vita quando non hai abbastanza soldi per mettere il cibo in tavola. La grande somma forfettaria offre alle persone molta più libertà di azione”.

Questo è quello che ha fatto Ray. Oltre ad un alloggio, ha utilizzato il trasferimento di denaro per seguire i corsi di cui aveva bisogno per diventare un lavoratore in una associazione che si occupa di persone con dipendenze. “Ora posso lavorare in uno qualsiasi dei centri di accoglienza e comunità della zona”, ha detto, aggiungendo che ricevere un trasferimento di denaro è stato come un voto di fiducia. “Dà alla persona la propria autostima.”

Tuttavia, non tutti erano idonei per un trasferimento di denaro. Lo studio ha coinvolto solo partecipanti che erano homeless da almeno due anni, le persone con gravi problemi di salute mentale o di uso di sostanze stupefacenti sono state al momento escluse dall’iniziativa. Williams ha detto che questo non era per la convinzione che ci fossero “poveri meritevoli” e “poveri immeritevoli” – un quadro tristemente persistente sulla povertà – ma per il desiderio di evitare di creare un rischio di danno e di garantire la più alta probabilità di successo. “Se ci fosse un effetto negativo sulle  persone che ricevono il denaro, dal punto di vista dell’investitore pubblico, potrebbe essere visto come uno ‘spreco di denaro’ perché in realtà non ha dimostrato un impatto nella vita di qualcuno”, ha detto Williams. “Volevamo solo iniziare in piccolo e l’idea è che in futuro inizieremo anche a verificare altri parametri su altri beneficiari”. Ha anche affermato che è stata una decisione difficile includere un gruppo di controllo di persone che non avrebbero ricevuto denaro, ma alla fine il gruppo di controllo è stato ritenuto necessario per dimostrare l’impatto del reddito di base. “Sapevamo di aver bisogno del rigore, perché le persone sarebbero state scettiche nel dare denaro alle persone. Volevamo quella base di prove che possono rispondere alle preoccupazioni di alcune persone che vogliono vedere i fatti concreti “, ha detto.

In futuro, Foundations for Social Change sta cercando di raccogliere $ 10 milioni per aumentare il suo progetto di reddito di base in più città in tutto il Canada. Prevede di distribuire 200 trasferimenti di denaro nella prossima sperimentazione, che verrà realizzata anche come prova controllata randomizzata (dunque non solo sugli homeless). Sulla base del feedback dei partecipanti l’ente di beneficenza offrirà una nuova gamma di supporti non in denaro sia ai destinatari del reddito che al gruppo di controllo. Per Williams, il tempo sembra maturo. “Penso che la pandemia abbia davvero ammorbidito l’atteggiamento delle persone nei confronti della necessità di un diritto al reddito in contanti quando le persone attraversano momenti difficili”, ha detto.

Fonte Vox

Lascia un commento