Campagna internazionale per un reddito minimo garantito in Europa


La rete europea di lotta alla povertà (European Anti Poverty Network – EAPN) ha avviato una campagna di raccolta firme per chiedere che sia introdotto un reddito minimo garantite nel continente. Si può sostenere questa campagna cliccando qui.

Di seguito l’appello della rete EAPN:

 

Reddito minimo garantito: nessuno merita di meno, tutti ne avranno beneficio!

A Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, Marianne Thyssen, commissario europeo per l’occupazione, gli affari sociali, la mobilità  e del lavoro, i ministri degli affari sociali e capi di stato o governi

Questa petizione è gestita dall’EAPN, la rete europea contro la povertà, coordinatrice di EMIN (European Minimum Income Network).

Chiediamo azioni concrete per la realizzazione di schemi di reddito minimo adeguati e accessibili come parte di sistemi di protezione sociale supportati da una direttiva quadro dell’UE .

Perché è importante?

Quasi 119 milioni di persone, pari al 23,7% della popolazione dell’UE, sono a rischio di povertà o esclusione sociale. [1]

Noi, membri della European Minimum Income Network , siamo convinti che ciò non sia inevitabile, ma sia la conseguenza di scelte politiche. Una di queste scelte politiche da fare è la realizzazione di schemi di reddito minimo garantito ben concepiti: garantire il sostegno al reddito per tutti coloro che ne hanno bisogno, per tutto il tempo necessario, abbastanza per vivere una vita dignitosa e partecipare pienamente alla società, adattato al costo della vita in ogni paese europeo .

Oggi vi chiediamo di mostrare il vostro sostegno alla lotta contro la povertà e ai regimi di reddito minimo garantito perché:

• Schemi di reddito minimo ben concepiti sostengono persone e famiglie con mezzi finanziari per vivere in modo dignitoso .

• Schemi di reddito minimo ben progettati supportano le persone a essere attive nella società e facilitano la loro progressiva (ri) integrazione nel mercato del lavoro .

• Schemi di reddito minimo ben disegnati sono essenziali per assicurare la coesione e gestire le transizioni nel mondo del lavoro che cambia .

• Schemi di reddito minimo ben progettati stabiliscono un piano minimo per i livelli di reddito e quindi aiutano a garantire salari dignitosi e contribuire a invertire la pericolosa tendenza del “lavoro povero” .

• Schemi di reddito minimo ben concepiti sono indispensabili per società più eque e società più uguali sono migliori per tutti.

• Il denaro proveniente dal reddito minimo è importante per mantenere l’attività economica ed i consumi in particolare nelle aree che presentano elevati livelli di svantaggio.

• Gli schemi di reddito minimo rappresentano una piccola percentuale della spesa sociale e hanno un elevato ritorno sull’investimento , mentre il costo del mancato investimento ha enormi impatti negativi per le persone e alti costi a lungo termine per la società.

• Nelle società basate sul contante la mancanza di buoni sistemi di reddito minimo espongono le persone a rischi intollerabili .

Il pilastro europeo dei diritti sociali [2] definisce “il diritto a un reddito minimo adeguato garantendo una vita dignitosa in tutte le fasi della vita per tutti coloro che non dispongono di risorse sufficienti” ; garantire progressi nell’accesso a tale diritto, affermato nella Carta europea dei diritti fondamentali [3], è essenziale per la credibilità dell’UE.

Gli schemi di reddito minimo ben concepiti sono adeguati per vivere dignitosamente , fornendo una copertura completa per tutte le persone che ne hanno bisogno finché ne hanno bisogno , e promuovono l’empowerment e la partecipazione delle persone nella società .

Segui la nostra campagna su www.eminbus.eu

[1] http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/Income_distribution_statistics (Dati disponibili più recenti 2015)

[2] https://ec.europa.eu/commission/priorities/deeper-and-fairer-economic-and-monetary-union/european-pillar-social-rights_en

[3] https://ec.europa.eu/info/aid-development-cooperation-fundamental-rights/your-rights-eu/eu-charter-fundamental-rights_en

Lascia un commento