Ungheria la Sinistra Verde propone un reddito di base


Il Partito dei Verdi-Sinistra dichiara il proprio sostegno al reddito di base incondizionato a cui tutti i cittadini ungheresi avrebbero diritto. Il 15 febbraio, il partito Párbeszéd Magyarországért (“Dialogo per l’Ungheria”) ha annunciato in una conferenza stampa che intende sostenere la realizzazione di un reddito di base nel paese. L’annuncio ha seguito il voto del congresso del partito, dove il 90% dei membri ha votato a favore. Secondo la proposta, i bambini riceverebbero circa 80 euro al mese, gli adulti € 160 e € 240 le giovani madri. Secondo il co-presidente Tímea Szabó, che rappresenta il partito nel Parlamento ungherese, il paese è “terribilmente malato”.Secondo un altro esponente, Gergely Karácsony, viene sottolineato che un tale modello potrebbe portare ad una trasformazione sostanziale dei benefici esistenti, riducendo la burocrazia e migliorare la sicurezza esistenziale per tutti i cittadini. Ha spiegato che tutti i cittadini sarebbero ammissibili per il reddito di base.Un primo passo ed una prima proposta sarebbe quella di introdurre intranto un un reddito minimo a Budapest che garantisca a tutti i cittadini di uno dei distretti della città di poter ricevere almeno 85 euro al mese – che è di 10 euro al di sopra del livello del beneficio sociale attualmente erogato in Ungheria per coloro che sono in povertà poveri.

Lascia un commento