Un reddito di base per la Scozia


Le persone che vivono nelle città scozzesi di Glasgow, Edimburgo, Fife e North Ayrshire potrebbero presto ricevere una somma di denaro mensile incondizionata come parte di una serie di sperimentazioni pilota di un reddito di base con il sostegno del governo locale.

Sebbene sia ancora agli inizi la proposta ha già avuto un finanziamento di 250.000 Pounds (quasi 334.500 dollari) di finanziamenti pubblici per sovvenzionare e sviluppare studi di fattibilità del reddito di base. Le città coinvolte hanno tempo fino a fine marzo 2018 per presentare le loro proposte ed idee di sperimentazione.

In un mondo in cui i posti di lavoro sono sempre più occupati dalle macchine, i leader scozzesi hanno iniziato a riconoscere che la rete di sicurezza sociale non è più adeguata e che dovrà cambiare. I sostenitori del reddito di base scozzese ritengono che una somma economica incondizionata e regolare, sebbene minima, possa aiutare molti a rimettersi in piedi e persino a incoraggiarli a investire in nuove idee imprenditoriali.

In Scozia, alcuni hanno criticato il coinvolgimento del governo locale, che non ha i poteri fiscali e i benefici necessari per introdurre fino in fondo un reddito base. Tuttavia, le diverse componenti della scena politica scozzese si sono impegnate affinchè la proposta possa avere un seguito.

Parlando a una conferenza di economisti, il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha dichiarato: “Potrebbe non essere la risposta, potrebbe rivelarsi non fattibile. Tuttavia, poiché il lavoro cambia rapidamente quanto sta facendo, ritengo che sia davvero importante essere disposti ad avere una visione aperta dei diversi modi in cui possiamo sostenere le persone a partecipare pienamente alla nuova economia “.

Tratto da Futurism del 26 dicembre 2017

Lascia un commento