Taiwan: 1° conferenza Asia Pacifico sul reddito di base


Si è tenuta presso l’Università nazionale di Chengchi (NCCU) il 18 marzo 2017 la conferenza internazionale Asia – Pacifico sul reddito di base. Questa è stata la prima conferenza dedicata al reddito di base universale nella regione. Gli studiosi, attivisti, funzionari, e gli ospiti hanno viaggiato da ogni parte del mondo per partecipare a questo primo importante incontro.

Tutti i video Streaming sono disponibili nella pagina Taiwan Basic Income Action Committee.

Per l’incontro sono venute persone ed esperti del tema dagli Stati Uniti, dalla Svizzera, dall’Australia, dalla Corea del Sud, da Singapore e dalla Cina. Si sono tenute 16 sessioni diverse, con oltre 100 domande giunte online e poste agli esperti del reddito di base. Inoltre, la pagina dell’evento ha raggiunto 35.000 visitatori unici.

Enno Schmidt, leader della campagna referendaria svizzera ha detto che “La conferenza Asia Pacific senza dubbio è stato uno dei passaggi storici per il movimento del reddito di base di tutto il mondo”.

L’evento ha avuto inizio nel novembre scorso attraverso un Master internazionale per gli Studi in Asia-Pacifico (IMAS) degli studenti in collaborazione anche con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti Alumni Development Fund insieme e la Columbia University. Il College NCCU per le Scienze Sociali (CSS) ha accettato di sponsorizzare l’evento, e il dipartimento di IMAS di NCCU hanno fornito ulteriore assistenza.

Il Professor Ping-Yin Kuan nel suo discorso di benvenuto ha ricordato di aver conosciuto l’idea del reddito di base mentre studiava negli Stati Uniti. La sua tesi è stata sull’esperimento di reddito garantito nel New Jersey negli anni 1960 e 1970.

“Come uno studente venuto da Taiwan – a quel tempo Taiwan era un paese relativamente povero – sono rimasto stupito da un’idea così folle. E ho pensato che solo gli Stati Uniti, un paese ricco, avrebbe potuto sperimentare un tale sistema “, ha detto Kuan. “In seguito ho compreso che non era una pazza idea. La domanda oggi come ieri è invece come mai un paese ricco come gli Stati Uniti permette che una parte significativa del suo popolo viva al di sotto di una condizione decente di base. Oggi Taiwan è considerato un paese ricco  nella regione e dunque dobbiamo farci la stessa domanda qui.”

Il co-organizzatore dell’incontro James Davis ha preparato un documentario per la conferenza, con personaggi di spicco nel campo della finanza, della tecnologia e della politica per discutere di reddito di base. “Il reddito di base è il futuro della redistribuzione e per le politiche di welfare. Per evitare la povertà globale e liberare uno spirito imprenditoriale innovativo”, ha detto Davis.

Sarath Davala, un ricercatore indiano del reddito di base, ha presentato un panel sul “potere di trasformazione del reddito di base per l’India”. “Il reddito di base è l’idea più radicale della nostra contemporaneità”, ha detto Davala. “Questa conferenza è il fondamento per una futura cooperazione a livello regionale, necessaria per portare avanti il ​​movimento del reddito di base in ciascuno dei paesi della regione Asia-Pacifico”, ha detto Davala.

Ping Xu, coordinatore della rete per il reddito di Taiwan e co-organizzatore della conferenza, ha presentato un panel sulla fattibilità del reddito di base a Taiwan. “Questo è il primo passo per il reddito di base in Asia-Pacifico. Questa proposta rappresenta un risveglio dell’evoluzione umana e lontano dai nostri attuali standard di lavoro disumane in Asia”, ha detto Xu.

Joffre Balce, segretario dell'”Associazione per il Buon Governo in Australia”, ha presentato un panel sul tema “fornire dignità umana universale.” “La prima conferenza Asia-Pacifico sul reddito di base è stato un primo passaggio di come la società potrebbe lavorare insieme per una visione comune – audace, innovativa, varia ma rispettosa delle reciproche intenzioni, uniti negli sforzi e determinati a realizzare la visione di un altro modello di società, di uguaglianza nei diritti, per l’autodeterminazione dell’individuo e la libertà di cooperare per una società migliore”, ha concluso Balce.

Ted Tan, il coordinatore per la ricerca e le informazioni per UNI Asia e Pacifico regionale, volato da Singapore ha partecipare all’evento. Ha detto che “spera che ci sarà un’altra conferenza già nel prossimo anno.” “La conferenza è stata molto interessante e avrebbe potuto essere facilmente estesa per un altro giorno ancora. C’è molto da discutere sulla possibilità di realizzare un reddito di base in questa regione del mondo”, ha detto Tan.

Chung Yuan della Christian University ha fornito una traduzione simultanea in cinese per l’evento. Enzo Guo, un anziano di Taiwan a Chung Yuan, ha guidato il gruppo di traduttori. “Mi sono sentito così onorato di interpretare quei brillanti studiosi con le loro idee e scoperte. Ho beneficiato enormemente dai loro colloqui. Si tratta di questioni importanti che le persone che vivono in Asia Pacifico dovrebbero sapere “, ha detto Guo.

Il musicista Brandy Moore ha cantato la sua canzone ed il suo video promozionale. Moore ha scritto la canzone dopo aver sentito parlare reddito di base nel 2015. Nel mese di giugno, Moore si esibirà al Congresso Nord Americano per il reddito di base (NABIG 2017) a New York City.

Julio Linares, uno studente del Guatemala, aveva incontrato molti dei presentatori al Congresso BIEN in Corea del Sud nel 2016.  “Ho sostenuto come un fondo per un reddito di base (BIF) potrebbe funzionare e come un modo per creare investimenti a lungo termine i cui profitti vengono reindirizzate sotto forma di un reddito di base mensile”, ha detto Linares. I partecipanti, non solo da Taiwan, hanno mostrato grande interesse per l’argomento, ed ha creato una interessante.

Petra Sevcikova, uno studente NCCU IMAS dalla Repubblica Ceca, ha organizzato i volontari NCCU per la conferenza. “Dopo aver lavorato nella gestione di eventi in Europa, contribuendo a organizzare la conferenza per il reddito di base a Taipei ho realizzato una nuova e straordinaria esperienza”, ha detto Sevcikova.

Sono intervenuti Gary Flomenhoft (University of Vermont, Stati Uniti d’America), Sarath Davala (India), Julio Linares (NCCU), Gregory Marston (University of Queensland, Australia), Joffre Balce (Australia), Munly Leong (Australia), Toru Yamamori (Doshisha Università, Giappone), ping Xu (Taiwan), Enno Schmidt (Svizzera), Hyosang Ahn (Corea del Basic Income Network), Cheng Furui (Accademia Cinese delle Scienze sociali), e Tyler Prochazka (NCCU). Il programma può essere letto cliccando qui. Una raccolta degli interventi sarà presto pubblicata online.

“E ‘importante portare gli studiosi a condividere le conoscenze su reddito di base e avere nuovi modi di pensare la sicurezza sociale. Ciò è particolarmente importante, non solo a Taiwan, ma nell’Asia-Pacifico in generale”, ha detto Kuan.

Per maggiori informazioni vedi su Basicincome.org

Lascia un commento