Regno Unito: il più grande sindacato sostiene il reddito garantito


Unite, il più grande sindacato della Gran Bretagna, ha approvato una mozione che sostiene la proposta del reddito di base in occasione della Conferenza Unite 2016.

La sintesi della mozione è la seguente

“La Conferenza prende atto della crescente crisi dei bassi salari, dei working poor e della precarietà in un mercato del lavoro sempre più caratterizzato da forme precarie di lavoro che offrono bassi salari, contratti a zero ore e nessuna sicurezza a lungo termine. La Conferenza rileva inoltre l’incapacità evidente del nostro sistema di welfare e l’alto costo del metodo burocratico per mantenerlo, con la sua dipendenza dai means test e le sanzioni spesso arbitrarie contro i beneficiari dei sussidi. La Conferenza ritiene che un reddito di base ha il potenziale per offrire una vera sicurezza sociale per tutti e stimolare l’economi. La Conferenza accoglie la proposta di studiare ed continuare ad esplorare la proposta del reddito di base effettuata con il think-thank Compass ,  con Nesta, la Royal Society of Arts, e altri attori coinvolti; accoglie inoltre gli esperimenti pratici previsti in Finlandia e Utrecht nei Paesi Bassi. La Conferenza invita l’Unione a realizzare una campagna attiva per un reddito di base universale e sradicare la povertà per tutti.”

La mozione cosi elaborata ha avuto successo grazie alla West Midlands Community, Youth Work and Not for Profit . Il sindacato Unite, il più grande del Regno Unito, ha 1,42 milioni di membri tra cui anche i non occupati.

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento