Il Reddito di esistenza dei Pirati


Partito Pirata Italia

Economia sostenibile / Reddito di esistenza

L’attuale sistema economico si fonda sul concetto di crescita illimitata che, nei fatti, corrisponde allo smantellamento delle risorse naturali, all’avanzamento tecnologico e all’aumento della popolazione, ossia dei consumatori. Tra questi tre fattori, l’unico auspicabile è quello del progresso scientifico e tecnologico, che di per se non è sufficiente per compensare i danni irreparabili all’equilibrio ecologico del pianeta, sofferente da un consumo esponenziale delle risorse naturali.

Solo a livello locale si può percepire anche una forma di crescita dovuta all’interscambio di merci, capace di creare un benessere che in realtà implica l’impoverimento o sfruttamento di altri. La popolazione mondiale sarà felice di doversi spartire sempre meno ricchezze tra sempre più mani?

L’automazione tecnologica sta rendendo sempre piú “posti di lavoro” superflui. Un’economia sostenibile non puó prescindere dal rivedere il concetto stesso di lavoro. Il progresso cambia la societá, ora è essenziale che anche l’economia cambi. Disegnare una societá nuova, non più incentrata sul lavoro, è possibile, una societá in cui tutti gli esseri umani godano di un Reddito di Esistenza sovvenzionato dalla produzione industriale, in modo che chi lavora ottenga di più, ma chi non può trovare lavoro trascorra una vita degna e libera da paure esistenziali.

La dipendenza da crescita economica nuoce all’umanità. L’economia mondiale del nuovo milennio deve essere sostenibile a livello locale e globale. A partire da ció, si configura un progetto a lungo termine che include una profonda riforma del sistema economico, tributario, finanziario e del welfare.

 

30/05/2015 https://agora.partito-pirata.it/issue/show/2815.html
(aggiornamento della issue https://agora.partito-pirata.it/issue/show/445.html del 11/07/2012)


Diritto di esistenza sicura e partecipazione sociale

Ogni persona ha diritto ad una esistenza sicura e alla inclusione sociale.

Il rispetto e la tutela della dignità umana è il più alto comandamento. Le persone possono vivere con dignità solo se i loro bisogni primari sono soddisfatti e la loro partecipazione sociale è assicurata. Nella nostra economia monetaria, ciò richiede un reddito.

Se un reddito può essere raggiunto solo attraverso il lavoro, dobbiamo assicurare la piena occupazione a proteggere la dignità di tutte le persone. Ecco perché la piena occupazione è stato l’obiettivo principale della politica economica del passato. Ci sono due percorsi da cui si è cercato di raggiungere questo obiettivo: attraverso provvedimenti economici che intendono creare posti di lavoro o attraverso lavori pubblici finanziati con l’obiettivo principale di assicurare sussistenza della gente. Entrambi percorsi richiedono notevoli finanziamenti pubblici e non portano direttamente al fine.

Se i fondi pubblici vengono utilizzati, tuttavia, questo deve essere fatto nel modo più efficace possibile. Dal momento che l’obiettivo è un reddito di sussistenza per tutti, tale reddito è da garantire a ciascun individuo direttamente. Solo in questo modo possiamo tutelare la dignità di tutte le persone senza eccezione. Così come noi forniamo la sicurezza pubblica, le vie di traffico e gran parte del sistema educativo senza una compensazione diretta, anche un sicuro sostentamento deve diventare una parte della nostra infrastruttura.

Noi Pirati siamo convinti che la stragrande maggioranza delle persone sfrutterà le opportunità fornite da un sicuro sostentamento per sviluppare il proprio pieno potenziale economico e sociale. Un’esistenza sicura crea spazio per l’autogestione dell’istruzione, della ricerca e dell’innovazione economica. Permette il volontariato, ad esempio avendo cura di parenti e bambini, il giornalismo indipendente, l’attività politica o la creazione di arte e software libero. Ne approfitta l’intera società.

Per questo motivo il Partito Pirata supporta soluzioni che garantiscano incondizionatamente un sicuro sostentamento e l’inclusione sociale pur sostenendo e favorendo la libertà economica. Vogliamo evitare la povertà, non la richezza.

 

13/08/2012 https://agora.partito-pirata.it/issue/show/518.html


Modello di Riforma Tributaria per un Reddito di Cittadinanza

  1. Avvantaggiati sono tutti i cittadini senza distinzioni di età. Forse è da riformare il processo di acquisizione di cittadinanza.
  2. Il nuovo sistema tributario funziona a ritmi mensili: Chi guadagna bene, trasferisce le tasse sugli introiti a ritmo mensile all’agenzia delle entrate. Chi guadagna poco o niente riceve a ritmo mensile un reddito dall’agenzia delle entrate. Rimpiazza il sistema delle pensioni e del sussidio di disoccupazione.
  3. Il break-even è il guadagno che non richiede ne versamenti ne prelievi dal fondo comune dei cittadini. Questa cifra si adegua a seconda della situazione economica del paese ed è di per se influenzata dal cambiamento tributario da introdurre.
  4. Ci sono sussidi speciali se non richiedono un controllo periodico, come nel caso di disabili ed invalidi.
  5. È implicato anche che il sistema sanitario provveda ai servizi essenziali richiedendo solo un ticket adeguato. In modo simile è da assicurare anche l’accesso a beni comuni, infrastrutture esistenziali, mezzi di comunicazione e di trasporto pubblico.
  6. Il Reddito di Cittadinanza permette un nuovo tipo di volontariato, perciò si possono ridurre o eliminare molti sussidi equivalenti che non hanno altro scopo che di rendere realizzabili certi progetti di utilità comune. Per esempio nel campo della cultura sono i volontari della cultura stessi a decidere dove investire il loro tempo e in questo modo il loro sussidio. In questo modo il finanziamento culturale si adatta agli interessi reali degli artisti e della popolazione. Diminuisce anche la necessità di sussidi alla fondazione di imprese.
  7. L’introduzione della riforma può essere graduale. Saranno necessarie revisioni del piano d’introduzione via facendo perchè le ripercussioni sul sistema economico non sono interamente prevedibili a tavolino.
  8. In via filosofica questo progetto si chiama “Reddito d’Esistenza” perchè dovrebbe rassicurare ogni essere umano a livello mondiale nel trascorrere una vita produttiva, creativa, sociale, non caratterizzata da paure di esistenza.

21/08/2012 https://agora.partito-pirata.it/issue/show/538.html

 

Tratto da Partito Pirata Italia

Lascia un commento