QR3 – Quaderni per il Reddito: una nuova pubblicazione del Bin Italia


Il Bin Italia ha dato vita a una nuova produzione editoriale.

E’ disponibile online gratuitamente

QR3 – Quaderni per il Reddito

Un reddito garantito ci vuole! Ma quale?

Strumento di libertà o gestione delle povertà

Giunti al numero 3 di questa pubblicazione online, 150 pagine di approfondimento e dibattito intorno al tema del diritto al reddito garantito. Questo numero offre diversi punti di vista grazie ai tanti articoli ed alla partecipazione di numerosi autori a partire dal loro contributo di riflessione. Come riportato dalla quarta di copertina:

 

“Il discorso sul reddito garantito necessita di una riscoperta delle sue ragioni fondanti. Ciò appare necessario per contrastare un’idea coercitiva e compassionevole che circola sempre più come moneta corrente e che trova riscontri in prese di posizione pubbliche, in progetti di riforma, perfino in testi legislativi. Al contrario questa misura può essere un architrave per il progressivo sviluppo di un nuovo modello di società, fondato sul rispetto integrale della dignità, dell’autodeterminazione, della libertà.”

 

Clicca qui per leggere la pubblicazione

 

L’indice del QR3:

  • Luca Santini, Ci vuole un reddito. Ma quale?
  • Sandro Gobetti, Un reddito garantito ci vuole! Questo è il minimo e vogliamo di più!
  • Elena Monticelli, Reddito garantito, tra concetti e preconcetti. Limiti e punti di forza di alcune proposte in campo
  • Luigi Pannarale e Giacomo Pisani, Il reddito di Emiliano: la mancata dignità della proposta in Puglia
  • Alberto Guariso, Welfare a rischio discriminazione. Il caso del reddito di autonomia in Lombardia
  • Chiara Tripodina, Diritto all’esistenza, reddito di cittadinanza e Costituzione
  • Stefano Lucarelli, Alcune considerazioni su lavoro e reddito in Italia
  • Anna Simone, Senza reddito e innovazione non si esce dalla crisi. Intervista a Luciano Gallino
  • Tiziana Orrù, Jobs Act: misure e riforme in tempo di crisi
  • Giovanni Orlandini, La riforma degli ammortizzatori sociali nel Jobs Act e il reddito garantito
  • Giuseppe Bronzini, Esiste una Flexicurity europea?
  • Roberto Ciccarelli, Lo specialismo non basta: fare coalizione come minimo dal reddito
  • Giso Amendola, Basic income: democrazia senza condizioni
  • Giulia Ragonese, Il reddito che ci vuole è quello che sostiene autonomia e innovazione
  • Andrea Fumagalli, Il reddito incondizionato come reddito primario. Alcuni elementi per una teoria della libertà
  • Marco Bascetta, Un reddito di libertà
  • Milva Pistoni e Cristiana Scoppa, Un dialogo attorno a reddito e lavoro
  • Cristina Morini, Il lavoro contemporaneo e il controllo sulla vita
  • Emanuele Murra, Reddito garantito ed universale? E’ questione di diritti fondamentali
  • Gianmarco Mecozzi e Luca Santini, Il reddito di cittadinanza per una nuova politica delle arti
  • Giuseppe Allegri, Know Your Rights! Il reddito di base come libertà: per il diritto alla felicità 

 

Ricordiamo inoltre che l’Associazione BIN Italia ha da poco avviato una campagna di sostegno per la realizzazione ed il consolidamento degli strumenti comunicativi per rendere ancora più visibili e forti le ragioni sociali, economiche, culturali e politiche del reddito garantito.

Gli obiettivi che ci siamo dati e per i quali chiediamo un sostegno economico sono:

Produzione dei “QR – Quaderni per il Reddito”, pubblicazioni on line e in stampa digitale di approfondimento tematico;

–  Aggiornamento e pubblicazione di un “news magazine” digitale “BIN Report”, che raccoglie le informazioni, le news, gli eventi e gli appuntamenti promossi sia in Italia che nel resto del mondo sul tema del reddito garantito;

– Implementazione del sito ufficiale dell’Associazione BIN Italia con un aumento dell’offerta di informazioni, articoli, video,documenti, news; il sito del BIN Italia con le sue centinaia di pubblicazioni e articoli da tutto il mondo viene visitato ogni mese da migliaia di persone e per questo crediamo che debba essere potenziato ed implementato.

Se volete sostenete con una donazione libera clicca qui

Lascia un commento