Nasce la rete dei numeripari: contro diseguglianze sociali e per nuovi diritti


“La rete dei “Numeri pari” ha come obiettivo il contrasto alla disparità ed alla disuguaglianza sociale a favore di una società più equa, fondata sulla giustizia sociale ed ambientale” cosi cita il documento di presentazione. Tantissime le associazioni e non solo che ne fanno parte e che di giorno in giorno aderiscono a questa nuova rete nazionale: “L’idea è quella di rafforzare l’azione tra “eguali” nei territori, costruendo iniziative locali che uniscano tutte le forze delle diverse organizzazioni e dei cittadini disponibili ad impegnarsi in azioni ed interventi concreti, dando luogo a significative sperimentazioni che forniscano idee e gambe per un effettivo welfare municipale. La Rete dei Numeri Pari è promossa da Gruppo Abele, Libera, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) e Rete della Conoscenza, a cui stanno aderendo centinaia di realtà sociali diffuse su tutto il territorio nazionale” tra queste anche il BIN Italia ha aderito per sostenere e condividere le ragioni del diritto al reddito garantito. All’interno della rete partecipano “associazioni, cooperative, parrocchie, reti studentesche, comitati di quartiere, campagne, progetti di mutualismo sociale, spazi liberati, reti, fattorie sociali e semplici cittadini che condividono l’obiettivo di garantire diritti sociali e dignità”. L’iniziativa prende idealmente il testimone dalla campagna “Miseria Ladra”, promossa negli anni scorsi con le stesse finalità. “La rete dei Numeri Pari si articola in Nodi territoriali composti dai soggetti aderenti che in maniera autonoma portano avanti attività, vertenze e progetti sui territori, condividendo a livello nazionale l’impegno e gli obiettivi definiti dal documento generale promosso da tutti i soggetti della rete”.

Per saperne di più vai sul sito della Rete

Lascia un commento