Maribor report dell incontro di marzo delle reti europee per il reddito di base


La rete europea UBI-Europe si è riunita a Maribor, in Slovenia nel weekend del 20 marzo 2015. Riportiamo qui di seguito dei passaggi del report dell’incontro. Il 19 e 20 marzo il convegno di Maribor ha discusso della necessità di un “Reddito di base incondizionato come risposta alle disuguaglianze in Europa”. Oltre 80 partecipanti provenienti da 17 paesi hanno partecipato all’incontro per concordare una strategia comune per espandere il movimento europeo per il reddito di base e ottenere risultati concreti entro il 2020. La rete europea UBIE (Unconditional Basic Income Europe), che nasce dal dopo l’iniziativa dei cittadini europei (ICE) per reddito di base nel 2013, ha celebrato la sua fondazione l’anno scorso a una conferenza a Bruxelles. Da allora, la rete UBI-Europe uè divenuta una associazione senza scopo di lucro. Nel frattempo, il movimento per il reddito di base incondizionato è continuato a crescere in molti altri paesi europei. L’incontro di Maribor ha voluto discutere del futuro sia della rete UBI-Europe che delle strategie da attivare, infatto l’obiettivo per il 2020 è quello di avere un reddito di base incondizionato europeo. Tale passo potrebbe essere raggiunto con l’introduzione di un sistema di reddito di base parziale come indicato nella proposta Eurodividend elaborata da importanti sostenitori del reddito di base come Philippe van Parijs, o attraverso proposte alternative, come un reddito di base destinato ai bambini. L’incontro ha convenuto che tali primi passi non devono essere alternativi o sostituire e danneggiare i sistemi di protezione sociale attuali. Al contrario, essi dovrebbero migliorare i sistemi di protezione sociale e di contribuire a ridurre le disuguaglianze sociali all’interno dei paesi, e all’interno dell’Unione europea. Per raggiungere questo obiettivo si individuano 4 orientamenti strategici per il 2015:

– Fare del reddito di base un argomento di dibattito principale in Europa

– Intensificare le attività di lobbying per aumentare il supporto tra i responsabili politici dell’UE – e facilitare la cooperazione tra di loro

– Affermare la fattibilità e gli argomenti per un reddito di base incondizionato come una valida alternativa per l’Europa

– Espandere la rete UBI-Europe come un movimento di base diversificato

Diversi progetti che contribuiscono a questi obiettivi sono stati discussi nel corso del meeting a Maribor. I prossimi passi saranno resi noti quanto prima.
Il meeting ha discusso inoltre della necessità  sottolineare che la gestione delle crisi dell’Unione europea e la loro politica di austerità è un ostacolo grave per un reddito di base e per questo motivo la rete UBI-Europa ha deciso di aderire alla campagna Stop-TTIP. “L’accordo TTIP è un pericolo per gli standard sociali nell’UE. L’UE deve affrontare i propri problemi di governance umanitari, sociali ed economici prima di ogni altra cosa. Evitando di consegnare alle multinazionali il diritto di ribaltare le decisioni dei governi europei ostacolando cosi i tentativi di rendere l’Europa più democratica “, ha dichiarato Klaus Sambor, co-fondatore di UBI-Europe e membro del ATTAC Austria. La rete UBI-Europe sostiene inoltre gli sforzi volti a migliorare l’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) al fine di riconoscere la necessità di istituzioni più democratiche dell’UE.
Uno dei pilastri fondamentali per una migliore Unione Europea dovrebbe essere un miglioramento significativo dello strumento europeo Iniziativa dei cittadini . “La nostra esperienza con l’ ICE mostra come questa non sia ancora vicina ai cittadini ed ha ancora molti ostacoli inutili, soprattutto burocratici. Questo è il motivo per cui sosteniamo pienamente l’iniziativa dei cittadini europei e la necessità di riformarla. “, ha dichiarato Stanislas Jourdan, ex coordinatore per l’ICE per un reddito di base incondizionato che ha raccolto 300.000 firme nel 2013.

L’assemblea di Maribor è stata anche l’occasione per eleggere il nuovo consiglio ufficiale della rete UBI-Europe :
Chair: Barbara Jacobson (Regno Unito)Vice Presidente: Lena Stark (SveziaVice Presidente: Vahur Luhtsalu (Estonia)Tesoriere: Quentin Fabri (Belgio)Segretario: Marlies Kunnen (Paesi Bassi / Regno Unito)Coordinatore: Stanislas Jourdan (Francia)

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento