CANADA: il Québec per un reddito minimo garantito


La provincia del Quebec, in Canada, sta promuovendo e conducendo diversi studi e approfondimenti sui modelli di reddito di base e nel 2016, ha nominato un sostenitore del reddito di base incondizionato ed universale, François Blais, in qualità di Ministro dell’occupazione e della solidarietà sociale. Malgrado questo sostegno al tema del reddito incondizionato, il dibattito in Quebec si è andato definendo sull’introduzione di un reddito minimo garantito. In effetti, secondo Dorothée Boccanfuso , presidente del comitato di esperti del Quebec sul reddito minimo garantito, la definizione del progetto è presentata come “un sistema che offra una garanzia di risorse monetarie per tutti, con l’ammontare legato ad una soglia minima”. Questo comitato di esperti è stato incaricato di formulare raccomandazioni al ministro, François Blais, in merito al sostegno al reddito, dopo aver realizzato una relazione. Lo schema proposto ha prevede forme simili ad una assistenza sociale condizionata dall’accesso attraverso un means-test e degli incentivi al lavoro, quest’ultimo rafforzato attraverso “un maggiore compenso per gli sforzi di attivazione al lavoro”. Il regime di sostegno al reddito dunque ha l’obiettivo di definire una “soglia di riferimento” per accedervi, l’erogazione di un reddito minimo garantito in cui però non vi è condizionatezza al lavoro per ” le persone oltre i 65 anni e per le persone con disabilità”. L’idea di fondo è stata quella di ampliare la platea dei beneficiari attraverso un reddito minimo garantito.

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento