Roma 9 novembre: Precarietà, bisogni emergenti, innovazione e cooperazione sociale


Giovedi 9 novembre 2017 dalle ore 18:00 presso il Coworking Millepiani Via N.Odero 13 a Roma, il BIN Italia, partner italiano del consorzio europeo PIE News Commonfare, organizza un incontro dal titolo “Precarietà, bisogni emergenti, innovazione e cooperazione sociale“. Riflessioni, pratiche e politiche di innovazione sociale nell’era della precarietà diffusa e della crisi.

Sarà presentata anche la co-ricerca “Generazioni Precarie” realizzata nella città di Roma e Milano che ha analizzato le trasformazioni socio economiche, l’avvento della precarietà sociale e la multidimensionalità delle nuove povertà, i bisogni emergenti e le forme di cooperazione, mutualismo e welfare dal basso che emergono come spazio di innovazione sociale.

Di seguito il programma della giornata:

Precarietà, bisogni emergenti, innovazione e cooperazione sociale

Coworking Millepiani Via N.Odero 13 Roma (Metro Garbatella)

Ore 18:00

Modera: Giuseppe Allegri (BIN Italia)

Rachele Serino (BIN Italia) Il progetto Commonfare – PIE News

Sandro Gobetti (BIN Italia) Generazioni precarie e bisogni emergenti

Amedeo Ciaccheri (La Strada) Generazioni precarie a confronto nelle città in trasformazione

Chiara Faini (SmarIT – Società Mutualistica per Artisti) Nuovo mutualismo di freelance e lavoratori intermittenti

Enrico Parisio (Millepiani Coworking) Lavori e imprese tra condivisione e innovazione sociale

Francesca Pesce (Acta – associazione dei freelance) Forme di associazione di freelance, indipendenti, autonomi e nuovi professionisti

 

Presentazione del progetto COMMONFARE

Commonfare è un progetto europeo in cui l’obiettivo è la promozione del Commonfare (welfare del comune), che valorizzi nuove forma di cooperazione a partire da un nuovo welfare per distribuire la ricchezza prodotta dalla cooperazione sociale.

Il contesto europeo

Nell’Unione europea, più di 122 milioni di persone (quasi il 25% della popolazione) sono definite a rischio di povertà o di esclusione sociale (Eurostat, 2016). Si tratta di lavoratori e lavoratrici precari/e, persone che non hanno accesso ad alcuna rete di sicurezza sociale, giovani che non sono più nel sistema formativo e hanno difficoltà a trovare lavoro. Anche dopo i trasferimenti sociali, il 17% della popolazione rimane in tali condizioni. Tra questi, il 9% della popolazione europea è in condizione di povertà assoluta: per esempio, di non è in grado di pagare le fatture o di affrontare spese inaspettate.

Verso COMMONFARE.NET

In questo contesto, il progetto PIE News sta sviluppando uno spazio digitale di consapevolezza collettiva (Collective Awareness Platform), commonfare.net, che consentirà alle persone di accedere alle informazioni sulle misure di welfare, condividere buone pratiche e creare comunità per lo scambio e la condivisione di informazioni ed esperienze. Una volta a regime, la piattaforma commonfare.net consentirà alle persone che vi accederanno di trovare comunità, scambiare storie, informazioni, generare esperienze e sostegno reciproco. In questo senso commonfare.net proverà ad agire come strumento di valorizzazione delle competenze collettive, come agente di promozione di attività, cultura, innovazione sociale a partire dalle energie e progetti che le persone costruiscono collaborando.

Il gruppo di lavoro

Il progetto è realizzato da un team interdisciplinare coordinato dall’Università di Trento (Italia) e che riunisce l’Università di Abertay (Regno Unito), il Centro per gli Studi sulla Pace (Croazia), il Madeira Interactive Technologies Institute (Portogallo), il Basic Income Network Italia e la Fondazione Bruno Kessler (Italia), Museu da Crise e Dyne.org (Olanda).

Le attività di ricerca, promozione, coinvolgimento e attivazione sui territori si svolgono in tre Paesi: Italia, Croazia, Olanda. Tutti i prodotti e la piattaforma saranno disponibili e accessibili in queste tre lingue e in inglese così da consentirci di raggiungere presto anche altri Paesi in Europa e far crescere le comunità dei commoners.

Commonfare / PIE News

commonfare.net

pieproject.eu

info@commonfare.net

L’evento in inglese sul sito di PIE News Commonfare

 

 

Lascia un commento